Saliscendi / LaVerità

Share

di Cesare Lanza per LaVerità

Jole Santelli

Si è affermata con grande autorità strappando la Calabria al centrosinistra. Con una novità: Silvio Berlusconi, sommando le quattro liste che facevano capo a lui, ha quasi triplicato i voti. Jole, 52 anni, da sempre fedelissima azzurra, ha vinto con il 55,29%: 25 punti di vantaggio sull’imprenditore del tonno Pippo Callipo, fermo al 30,14. Successo schiacciante.

Nicola Zingaretti

A volte l’insuccesso da alla testa: il riferimento è al segretario del Pd, al vice Andrea Orlando e al premier, Giuseppe Conte. Esagerazioni dopo il risultato in Emilia Romagna, dove ha vinto Stefano Bonaccini, non il Pd, che per la prima volta nella storia della Regione ha rischiato di perdere. E se non è successo, decisivo è stato l’apporto delle sardine.

Billie Elish

È la nuova regina del pop, con un autentico trionfo ai Grammy awards 2020. Ha vinto cinque premi, tra cui miglior artista rivelazione dell’anno, miglior canzone. È la più giovane vincitrice di Grammy, il primato prima apparteneva a Taylor Swift. Asfaltati a Los Angeles, Lizzo, Dua Lipa, Lady Gagà, Beyoncé e l’ex first lady, Michelle Obama.

Marjan Sarec

Dimissioni a sorpresa del premier sloveno. Marjan Sarec ha chiesto che si vada alle elezioni anticipate: nelle attuali condizioni il governo di minoranza non può governare. Il premier in uscita ha 42 anni, sposato con due figlie: giornalista, attore e comico, infine leader del partito Lms, di centrosinistra e populista. Nel 2017 aveva ottenuto il 25% dei voti nelle elezioni presidenziali.

Roberto Cicutto

È stato nominato presidente della Biennale di Venezia. È veneziano, 72 anni, un curriculum spettacolare: ha fondato la società di produzione Aura film e vinto nel 1988 il Leone d’oro per La leggenda del santo bevitore. Nel 1984 fonda la Mikado film. Nel 1993 con Nanni Moretti lancia la Sacher distribuzione. Dal 2009 guida l’Istituto Luce.

Il principe Andrea

Caso Epstein, il principe Andrea non collabora. L’ha reso noto il procuratore di New York a proposito del figlio di Elisabetta II. I suoi legali non si sarebbero degnati neanche di rispondere alle richieste. Andrea non è indagato: ma la sua posizione potrebbe aggravarsi, se continuerà a eludere le richieste che arrivano da New York.

Share
Share