Le ultimissime. Saipem, acquisita una tecnologia per la cattura della CO2

Share

Saipem ha acquisito una tecnologia proprietaria per la cattura di CO2 dalla società canadese CO2 Solutions Inc. (CSI). CSI è una società leader nell’innovazione per la cattura della CO2 promossa da enzima, perseguendo lo sviluppo e la commercializzazione della tecnologia asservita al trattamento di effluenti industriali. La tecnologia di CSI abbatte la soglia dei costi di post-combustione per la cattura di CO2 abilitandone il sequestro e consentendone il riutilizzo per l’ottenimento di nuovi prodotti commercializzabili. La tecnologia sviluppata negli ultimi vent’anni da scienziati e ingegneri canadesi e supportata dai Governi del Canada, degli Stati Uniti e dell’Unione Europea, si basa su un innovativo processo enzimatico di cattura della CO2 che non richiede impiego o immissione di prodotti tossici, dimostrato su scala industriale (30 tonnellate-CO2 al giorno) e validato da terze parti accreditate raggiungendo lo stadio di commercializzazione (TRL-8). Saipem ha acquisito anche il consistente portafoglio della proprietà intellettuale di CSI, che include oltre 90 brevetti concessi o in corso di registrazione e marchi. Inoltre, ha acquisito l’impianto di cattura di CO2 situato presso la cartiera di Resolute Forest Products a Saint-Félicien, in Québec. Saipem si è anche assicurata la continuità delle attività e delle operazioni di Ricerca e Sviluppo della tecnologia grazie all’assunzione dei dipendenti di CSI. Maurizio Coratella, Chief Operating Officer della Divisione Onshore E&C, ha commentato: “Questa operazione declina la strategia e l’ambizione della Divisione E&C Onshore di Saipem di essere per i nostri Clienti facilitatore nella transizione energetica. Le risorse e la tecnologia acquisite ci consentiranno di espandere il nostro portafoglio di progetti green e ci consentiranno di guidare il settore verso un futuro a basse emissioni di carbonio”. 

La presenza anticiclonica di questi giorni sta per essere scalfita dall’arrivo di una perturbazione. Già da domani pomeriggio l’avanguardia del maltempo avanzerà verso l’Italia a partire dalla Sardegna. Il team del sito www.iLMeteo.it comunica che entro domani sera/notte il cielo si coprirà su Sardegna, Liguria, Nordovest, Emilia occidentale, Toscana e Lazio con piogge via via più diffuse, ma di debole o moderata intensità. Sabato la perturbazione avanzerà progressivamente verso il resto del Nord e del Centro.  Piogge deboli interesseranno gran parte della Pianura Padana, rovesci o locali temporali bagneranno Toscana e Lazio, piovaschi l’Umbria e le coste ioniche calabresi. La neve tornerà a cadere sugli Appennini; a patire dai 1200 metri di quelli liguri e tosco-emiliani, ai 1500 metri di quelli centrali. Nel corso di domenica il fronte perturbato abbandonerà l’Italia con temporali sul Salento, qualche pioggia a carattere sparso sulle regioni centrali e inizialmente anche al Nordest. Le temperature saranno destinate a salire nei valori notturni con cessazione delle gelate sulle pianure del Nord; di giorno non subiranno grossi variazioni attestandosi sopra la media del periodo e con valori massimi fino a 16/18°°C al Centro-Sud e fino a 12-14°C al Nord. La settimana prossima il tempo rimarrà debolmente instabile al Centro fino a martedì, poi l’alta pressione tornerà a comandare la scena italiana.

Italian Electronics Holdings ha avviato la cessione dell’intera quota rimanente di Unieuro detenuta, pari al 17,6% del capitale, attraverso una procedura di accelerated bookbuilding rivolta a determinate categorie di investitori istituzionali. Il bookbuilding, informa una nota, avrà inizio immediatamente e Ieh si riserva il diritto di chiudere anticipatamente il collocamento e/o di variarne i termini in qualsiasi momento. L’operazione consentirà alla società di ampliare il flottante e favorire la liquidità del titolo. Citigroup Global Markets Limited e Mediobanca sono state incaricate da Ieh quali Joint Bookrunners dell’operazione.  

Non solo fumetti ma anche gaming, entertainment, editoria e nuovi spazi espositivi per Cartoomics 2020, l’evento di Fiera Milano tradizionalmente dedicato al mondo del fumetto, che darà vita a uno degli appuntamenti più importanti del settore a livello nazionale. Dal 13 al 15 marzo Fiera Milano trasforma il suo quartiere espositivo di Rho-Pero in un vero e proprio consumer show che avrà tra i suoi protagonisti il mondo dei fumetti, il gaming, l’entertainment, inteso come serie tv, ma anche cinema, concerti e la narrativa digitale. Cartoomics, afferma una nota, sarà caratterizzata da un nuovo concept espositivo dei padiglioni, strutturato con aree più ampie e funzionali per facilitare l’interazione tra appassionati di comics, cartoon, gamers ed espositori.  Nasce inoltre Tell Mi, la cornice espositiva di Cartoomics dedicata alle nuove proposte editoriali – libri, audiolibri, e-books – e che ospiterà grandi e piccoli editori, che porteranno in manifestazione i migliori autori della narrativa fantasy. Altra novità dell’evento sarà la PG Arena, un vero e proprio teatro dedicato all’esport, a firma Milan Games Week e PG Esports, il Tournament Organizer leader in Italia nel settore esports.  

Sassari ha aderito al Manifesto della comunicazione non ostile, proposto dall’associazione ‘Parole ostili’, con un documento presentato dal presidente del consiglio comunale Maurilio Murru e votato all’unanimità dall’assemblea civica. Il manifesto è un decalogo su come affrontare nel modo corretto e costruttivo una conversazione, un confronto, in particolare su web e sui social network, per scegliere concura le parole. Dieci i principi elencati: 1. Virtuale è reale. Dico e scrivo in rete solo cose che ho il coraggio di dire di persona. 2. Si è ciò che si comunica. Le parole che scelgo raccontano la persona che sono: mi rappresentano. 3. Le parole danno forma al pensiero. Mi prendo tutto il tempo necessario a esprimere al meglio quel che penso. 4. Prima di parlare bisogna ascoltare. Nessuno ha sempre ragione, neanche io. Ascolto con onestà e apertura. 5. Le parole sono un ponte. Scelgo le parole per comprendere, farmi capire, avvicinarmi agli altri. 6. Le parole hanno conseguenze. So che ogni mia parola può avere conseguenze, piccole o grandi. 7. Condividere è una responsabilità. Condivido testi e immagini solo dopo averli letti, valutati, compresi. 8. Le idee si possono discutere. Le persone si devono rispettare. Non trasformo chi sostiene opinioni che non condivido in un nemico da annientare. 9. Gli insulti non sono argomenti. Non accetto insulti e aggressività, nemmeno a favore della mia tesi. 10. E infine un punto è riservato anche a chi sceglie di non rispondere: anche il silenzio comunica: quando la scelta migliore è tacere, taccio. Il Comune di Sassari si impegna a osservare il decalogo “in tutte le attività e in tutti i canali di comunicazione, non solo online ma anche off line e a divulgarne il contenuto sul territorio”. Finora hanno sottoscritto il Manifesto i Comuni di Milano, Torino, Padova, Novara, Ferrara, Lanciano, Azzano Decimo, Latina, Palmi, Figliene Incisa Valdarno, Fidenza, Alghero, Maruggio, Nicolosi, Termoli, Occhiobello, Rho, Santarcangelo di Romagna, Castiglione in Teverina, Settimo Torinese e le Università Luiss, Lumsa, Cattolica, Trieste, Brescia, L’Aquila, Genova, Camerino, Udine, Teramo.

Share
Share