Salute e benessere a portata di smartphone e pc

Share

Sempre più persone acquistano online prodotti legati alla salute e al benessere: una tendenza, questa, favorita dalla convenienza economica che spesso si trova sul web ma anche dall’emergenza sanitaria e dalla conseguente necessità di uscire meno di casa. Non per nulla si stanno diffondendo diverse piattaforme digitali che consentono di comprare vitamine, integratori, farmaci, creme e così via, fornendo in molti casi anche informazioni e sistemi di monitoraggio della salute.

Salute e benessere in rete. Secondo la ricerca 2020 «Netcomm Focus Digital Health&Pharma», in Italia, su circa 25 milioni di acquirenti online di articoli fisici, 16,9 milioni di persone negli ultimi 12 mesi (+72%) hanno comprato un prodotto legato alla salute e al benessere. Si tratta di un mercato che vale 1,2 miliardi di euro (+87% rispetto al 2019), con una spesa pro-capite media di circa 80 euro, dove gli acquirenti abituali (4,6 milioni di persone che hanno comprato beni almeno 4 volte nell’arco temporale di un anno) contribuiscono al 40% del valore dell’e-commerce di settore.

A trainare il canale digitale è stata da un lato la convenienza economica, dall’altro l’emergenza sanitaria: il 15% del campione, infatti, ha preferito rivolgersi al web invece che recarsi fisicamente in farmacia o in negozio. Tra i metodi di pagamento più utilizzati ci sono PayPal e le carte prepagate, mentre la consegna a casa è ritenuto il servizio più utile per chi compra in rete.

Le tre categorie che sviluppano il maggior valore di acquisti online sono le vitamine, gli integratori e i potenziatori per lo sport (con 207 milioni di euro), l’ottica (occhiali da vista e lenti a contatto, con 181 milioni di euro), le creme e le pomate per la pelle e i muscoli (oltre 168 milioni di euro).

La scelta di comprare su internet e guidata da considerazioni legate prevalentemente alla convenienza economica (per il 36,7%), alla comodità (nel 18,1% dei casi) e alla disponibilità di offerte speciali (per il 16%).about:blank

Non sorprende che il lockdown abbia avuto un impatto importante, poiché il 15,3% di coloro che hanno fatto shopping sui canali digitali di prodotti legati alla salute e al benessere nell’ultimo anno ha scelto il web perché durante l’emergenza sanitaria ha preferito non recarsi in negozio o in farmacia.

Dalla ricerca è emerso anche l’interesse a poter usufruire di servizi sempre più omnicanale, dove fisico e digitale devono interagire. La maggioranza degli acquirenti online di salute e benessere (53,9%), inoltre, accoglierebbe con favore l’offerta di un servizio di consegna a domicilio, oltre che la possibilità di prenotare il prodotto in rete e poi di ritirarlo in un secondo momento presso un negozio (43,8%) o in un locker (37,7%), leggermente favorita, anche se di poco, alla prenotazione per telefono (anche via sms e whatsapp) per il 36,8%.

Le piattaforme digitali. Si stanno diffondendo varie piattaforme legate ai prodotti dedicati alla salute e al benessere, sia per informarsi sia per fare acquisti. Per esempio c’è l’app Integratori, realizzata dall’Unione nazionale consumatori, in collaborazione con Aiipa (Associazione italiana industrie prodotti alimentari), per aiutare le persone a orientarsi nel mondo degli integratori alimentari e a conoscerne il corretto utilizzo.

L’app è divisa in due parti: una sezione all’interno della quale è possibile calcolare il proprio indice di massa corporea con anche dei test per valutare il proprio grado di consapevolezza sugli integratori alimentari; poi c’è una sezione informativa-educativa che illustra le principali categorie di integratori alimentari e i loro utilizzi; infine ci sono consigli di esperti.

L’app MyApotecaNatura (Apoteca Natura è un network di farmacie) ha invece varie funzioni, dal monitoraggio di vari aspetti della salute allo shopping: è presente un profilo dove è possibile archiviare i propri valori, i referti clinici e le informazioni mediche più rilevanti e si possono impostare promemoria per le terapie; c’è anche una sezione dedicata al movimento e all’alimentazione, collegata con Google Fit dove si può tenere traccia dei passi fatti durante la giornata, ed è disponibile una guida alimentare con cui si possono seguire menù specifici, proposti da dietisti per alcune delle più comuni esigenze di salute e preferenze alimentari, e monitorare ciò che si mangia ogni giorno per garantire un corretto equilibrio alimentare. C’è anche una parte sulla prevenzione dove poter svolgere alcuni test che aiutano a identificare eventuali fattori di rischio e a correggere gli stili di vita.

Poi c’è una sezione per ordinare i prodotti e per trovare la farmacia Apoteca Natura più vicina, ricevendo notifiche su servizi di prevenzione a attività varie collegate al benessere. Inoltre, per avere consigli su misura, fornendo il codice fiscale, si consente al proprio farmacista di fiducia di visualizzare tutti i dati inseriti.

Oppure c’è Comqura (in precedenza PharmaTruck), una piattaforma online specializzata nella consegna di farmaci a domicilio che serve Milano, Bologna, Roma e Catania e che a breve amplierà il network delle attuali sessanta farmacie e della sua presenza in altre città. La piattaforma mette a disposizione un sistema di ordinazione di farmaci con prescrizione, inserendo il numero di ricetta elettronica.

Un’altra possibilità è Farmacosmo, sito su cui si possono comprare farmaci, integratori, prodotti per la cura della persona, profumi, make up, prodotti per gli animali, articoli per l’infanzia e alimentazione, per un totale di oltre 60 mila referenze. C’è anche un programma fedeltà e la possibilità di chiedere consulenza a farmacisti.

PrezziFarmaco.it invece è un motore di comparazione prezzi per il settore della farmacia, parafarmacia e prodotti della salute online che consente di ricercare il prezzo più conveniente per il prodotto desiderato, con quasi 2 milioni di offerte raccolte e ordinate nelle diverse categorie merceologiche, come alimentazione, igiene e cosmesi, articoli sanitari, integratori, automedicazione e cura fai da te, veterinari, farmaci.

Infine, c’è DottorFarma, progetto digitale di Federfarma (Federazione nazionale dei titolari di farmacia italiani) con l’obiettivo di aiutare il paziente ad aderire alle terapie e a comunicare con la propria farmacia di fiducia. C’è un servizio che permette, dopo essersi registrati, di prenotare i farmaci (eventualmente inserendo il codice della ricetta) da ritirare in farmacia o da farsi consegnare a domicilio.

Irene Greguoli Venini, ItaliaOggi Sette