Fabio Ciceri nominato direttore scientifico del San Raffaele di Milano

Share

Il Consiglio di Amministrazione dell’Irccs Ospedale San Raffaele ha nominato il nuovo direttore scientifico: è Fabio Ciceri, 56 anni, primario delle Unità di Ematologia e Trapianto di Midollo Osseo e già vice direttore scientifico per la ricerca clinica dell’Istituto milanese. Fabio Ciceri è anche ordinario di Ematologia all’Università Vita-Salute San Raffaele, dove dirige la rispettiva scuola di specializzazione. È l’attuale presidente di Gitmo, il Gruppo Italiano di Trapianto Midollo Osseo. Sostituisce il professor Gianvito Martino, oggi Prorettore alla Ricerca e alla Terza Missione dell’Università Vita-Salute San Raffaele. “La nomina del professor Ciceri esprime la mission traslazionale dell’Istituto che prevede un dialogo costante tra ricerca di base e ricerca clinica” si legge in una nota dell’ospedale. Il professor Ciceri è da sempre attivo in campo ematologico ed oncoematologico, dove si occupa del trattamento di leucemie acute, neoplasie mieloproliferative e anemie, contribuendo alla definizione di studi clinici sia osservazionali sia prospettici e interventistici. Nel corso della sua carriera ha sviluppato competenze avanzate nel campo del trapianto di midollo, sia autologo che allogenico, per il trattamento dei tumori del sangue, dei tumori solidi e di malattie non neoplastiche come le patologie autoimmuni, neuroinfiammatorie ed emoglobinopatie. Dal 1996 il professor Ciceri dirige diversi protocolli di ricerca nel campo della medicina avanzata applicata all’ematologia e partecipa a gruppi di esperti come la Società Italiana di Ematologia (SIE), il Gruppo Italiano di Trapianto Midollo Osseo (GITMO), di cui è l’attuale presidente. E’ personalmente impegnato in progetti cooperazione internazionale rivestendo ruolo di Presidente della ONG AISPO. Il direttore scientifico è affiancato dal professor Luca Guidotti, nel ruolo di vicedirettore scientifico dell’IRCCS Ospedale San Raffaele. Virologo patologo sperimentale di fama internazionale, 59 anni, il professor Guidotti è da otto anni vicedirettore della ricerca del San Raffaele dove è rientrato dopo aver passato più di venti anni presso lo Scripps Research Institute di La Jolla in California. Le sue ricerche, finanziate soprattutto dal National Institute of Health (NIH) americano e dall’European Research Council (ERC) europeo, sono state pubblicate sulle più prestigiose riviste scientifiche internazionali e sono servite allo sviluppo di diversi farmaci antivirali oggi in commercio. Il professor Guidotti è membro del consiglio di numerose società scientifiche nazionali e internazionali e svolge attività di revisione scientifica per la distribuzione di finanziamenti alla ricerca biomedica per l’NIH e la Comunità Europea (ERC).