“Global Start Up Program”: un bando rivolto a giovani realtà innovative per esperienze formative e imprenditoriali all’estero

Share

L’iniziativa finanziata e supportata dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con l’Ice ha come obiettivo l’internazionalizzazione e lo scale-up di startup tecnologiche innovative italiane; è possibile partecipare al bando fino al 10 giugno

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è global-start-up-program-scaled.jpg

A raccolta le realtà innovative italiane, impegnate nello sviluppo d’innovazioni di prodotti o di servizi, che intendano rafforzare le proprie capacità tecniche, organizzative e finanziarie per affrontare nuovi mercati: al via la seconda edizione del Global Start Up Program, aperta alle candidature fino al 10 giugno. Il bando, organizzato dall’Agenzia ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e dal Ministero degli Affari Esteri, è riservato a un massimo di 150 partecipanti.

Possono inoltrare domanda anche le PMI innovative attive nei settori previsti dalla Global Start Up Program: ICT, Robotica e Industria 4.0, Aerospazio, Automotive, Life Sciences, Smart agriculture e foodtech, Circular Economy, Smart cities e Domotica.

Come è specificato sul sito dell’ICE, l’ammissione è gratuita e l’Agenzia si farà carico dei costi di viaggio, del soggiorno all’estero, del percorso di accelerazione presso l’incubatore partner e di assicurazione anti infortuni. La seconda edizione del Global Start Up Program offre ai partecipanti un periodo di accelerazione all’estero presso i principali player internazionali per otto settimane tra agosto e novembre. Le startup e le PMI selezionate avranno inoltre la possibilità di interagire con i sistemi locali per accrescere le loro capacità di sviluppo professionale e di interazione con potenziali investitori esteri, con la condizione – vincolante – che le aziende partecipanti si impegnino a mantenere per un periodo minimo di 36 mesi in Italia il know-how o le risorse acquisite durante tale percorso.

Nel bando del Global Start Up Program sono elencati i paesi di destinazione: Argentina, Cina, Emirati Arabi Uniti, Francia, Germania, Giappone, India, Israele, Regno Unito, Stati Uniti d’America. Una volta selezionate le startup, la fase di avviamento si terrà nelle Sedi ICE di Roma e Milano, con possibilità di partecipare via webinar. Sarà inoltre possibile partecipare a un percorso di orientamento di due giorni per focalizzarsi sul Paese di destinazione e sulle informazioni logistiche e organizzative.


Today.it