Unicredit, sottoscrive minibond da 4 milioni della bergamasca Scame

Share

UniCredit ha interamente sottoscritto un prestito obbligazionario da 4 milioni di euro emesso da Scame Parre, azienda di Parre (Bergamo), produttrice di componenti e sistemi per impianti elettrici in bassa tensione in ambito civile, terziario ed industriale. Il prestito obbligazionario, con durata quinquennale e una cedola trimestrale variabile indicizzata all’Euribor, è destinato a sostenere il gruppo industriale nel suo percorso di crescita e sviluppo aziendale. “Scame è un tipico esempio di azienda locale che, grazie a una attenta gestione manageriale, a un profondo radicamento al territorio, unito a un’attenzione all’ambiente, ha conosciuto una importante espansione conquistando posizioni di leadership nel suo particolare segmento di mercato”, ha commentato Giovanni Solaroli, Regional Manager Lombardia di UniCredit.  “Con questa operazione – ha aggiunto – confermiamo il nostro impegno ad accompagnare i piani di crescita delle aziende del territorio, sia con forme di finanziamento tradizionali, sia con i minibond, che costituiscono uno degli strumenti di finanza alternativa a cui fanno ricorso, con sempre maggiore frequenza, realtà imprenditoriali di piccola-media dimensione estremamente dinamiche e innovative. Questo, dal nostro punto di vista, non può che rappresentare un elemento positivo, essendo spesso l’emissione di mini-bond espressione di una fase di crescita in corso”. “E’ evidente – ha concluso – che tali operazioni richiedano una controparte finanziaria strutturata ed è per questo che UniCredit intende proporsi come partner di riferimento delle imprese in questi percorsi virtuosi”.

Share
Share