Copie, 3 giornali salvi a ottobre

Share

Ci sono la Verità, Libero e ItaliaOggi, ben tre quotidiani che a ottobre hanno il segno positivo davanti nelle loro diffusioni complessive su carta e digitale. Un’indicazione importante rispetto ai mesi passati quando spiccava una sola testata in costante crescita (la Verità). Invece il resto del segmento editoriale coi principali quotidiani tricolori continua a contrarre, addirittura a doppia cifra in otto casi sui 20 presi in considerazione. Secondo le rilevazioni Ads dello scorso ottobre, confrontate coi dati dello stesso mese 2018, la Verità cresce quindi del 20,1% nel totale copie carta+digitale e, in edicola, incassa un +14,1%; Libero registra rispettivamente un +2,1% e un +1,3% mentre ItaliaOggi un +0,7% e un +2%. Guardando invece alle altre pubblicazioni quotidiane, nel solo dato complessivo tra copie cartacee e copie replica digitali, Avvenire è a -1,2%, Corriere della Sera a -2,1%, Messaggero a -4,6%, Repubblica a -7,1%, Quotidiano Nazionale Qn-Resto del Carlino a -7,9%, Quotidiano Nazionale Qn-Nazione a -9,6%, la Stampa a -10,2%, Fatto Quotidiano a -11,2%, Giornale a -11,4%, Sole 24 Ore a -12,7% e Quotidiano Nazionale Qn-Giorno a -25%. In ambito sportivo, Gazzetta dello Sport cala del 3,6% e del 7,5% con l’edizione del lunedì, Corriere dello Sport-Stadio del 7,8% e del 9,8% al lunedì e infine, nell’ordine, Tuttosport del 15,3% e del 4,3%.

Le prime 10 testate che si qualificano per maggior diffusione carta+digitale totale sono Corriere della Sera, Repubblica e Quotidiano nazionale Qn (dorso sinergico di Giorno, Nazione e Resto del Carlino). Tutti e tre sul podio ma, nel dettaglio, con un margine sempre più stretto che separa Repubblica da Qn, questo mese intorno alle 21 mila copie. Il quarto posto va all’edizione del lunedì della Gazzetta dello Sport mentre al quinto sale di un gradino il Sole 24 Ore. Retrocede al sesto la Gazzetta dello Sport in settimana ma con sole 1.422 copie di distacco dal giornale confindustriale. La Stampa si conferma settima e, a seguire, Avvenire, Messaggero e Corriere Sport-Stadio del lunedì.

In edicola, a parte le eccezioni di Verità, Libero e ItaliaOggi, solo Tuttosport al lunedì resta in terreno positivo ma con un tiepido +0,3%. Invece Avvenire diminuisce del 2,2%, Corriere della Sera del 4,6%, Gazzetta dello Sport del 5,1% e del 9,2% di lunedì, Repubblica del 5,9%, Messaggero del 6,9%, Qn-Resto del Carlino dell’8,5%, Qn-Nazione del 9,9%, Corriere dello Sport-Stadio del 10,3% e del 10,5% il lunedì, Stampa dell’11,1%, Giornale dell’11,4% così come Tuttosport in settimana, il Sole 24 Ore del 14%, Fatto Quotidiano del 20,4% e Qn-Giorno del 25,6%.

Nella top ten in edicola, il Corriere della Sera regna incontrastato (primo), anche se si assottiglia sempre di più la distanza con Quotidiano Nazionale Qn (secondo). La differenza tra le due testate è ora sulle 13.283 copie. Terzo il lunedì della Gazzetta dello Sport ma Repubblica si conferma in quarta posizione dallo scorso settembre, pur non avendo più il segno positivo nelle vendite del canale edicola. Si allineano successivamente la Gazzetta dello Sport in settimana, la Stampa e il lunedì del Corriere dello Sport-Stadio. Il Messaggero consolida la conquista dell’ottavo posto, ottenuta il mese precedente. Chiude la classifica il Corriere dello Sport-Stadio in settimana e il lunedì di Tuttosport, che rimane decimo.

Sul digitale, infine, sorprende il corposo trend al rialzo che riguarda quasi la metà dei quotidiani selezionati. Succede per la Verità (+70,1%), Libero (+21,5%), Gazzetta dello Sport (+20,6% e +19,8% al lunedì), Qn-Resto del Carlino (+15,2%), Avvenire (+14,6%), Qn-Giorno (+12,8%), Qn-Nazione (+7,9%), Fatto Quotidiano (+6%) e Messaggero (+5,4%). L’altra metà del cielo comprende Corriere della Sera e Repubblica entrambi in calo dello 0,7%, Stampa del 5,9%, Giornale del 6%, Sole 24 Ore del 9,6%, Tuttosport del 61,3% (e a -60,3% con il numero dl lunedì) e Corriere dello Sport-Stadio del 65,6% (sia in settimana sia con l’uscita del lunedì).

Nel ranking che tiene conto della sommatoria di ogni tipo di copia replica digitale, il Sole 24 Ore resta primo, il Corriere della Sera secondo e Repubblica terza. Allo stesso modo la Stampa è ancora quarta e il Fatto Quotidiano è ancorato al quinto posto. Però, secondo le rilevazioni Ads (Accertamenti diffusione stampa, società presieduta finora da Paolo Nusiner, ex d.g. di Avvenire e di recente uscito dal mondo editoriale per diventare direttore amministrativo dell’Università Cattolica), i cambiamenti in classifica partono sempre dalla sesta posizione. A ottobre, infatti, recupera due scatti Avvenire che diventa sesto mentre la Gazzetta dello Sport del lunedì scende di uno gradino in settima posizione. La Gazzetta dello Sport in settimana retrocede di uno ed è ottava. Invece il Messaggero resta nono, il Gazzettino decimo.

Marco A. Capisani, ItaliaOggi

Share
Share