In aumento richieste ritocchini estetici sotto l’albero

Share

Con l’arrivo del Natale aumentano le richieste di ritocchini estetici. Sono sempre più le donne, ma anche gli uomini, a chiedere e ricevere per le feste pacchetti regalo all’insegna del benessere per il viso ed il corpo. A riferire quali sono i trattamenti più gettonati è stato Daniele Spirito, chirurgo plastico di Roma e docente presso la Cattedra di Chirurgia Plastica dell’Università di Milano. “Sono molti i trattamenti di medicina estetica che permettono di intervenire in modo rapido ed efficace per correggere piccoli difetti fisici”, dice. “In questo senso le feste sono spesso il periodo preferito per sottoporvisi: la durata dell’intervento è minima e l’effetto è immediato, quindi in poche ore – continua – si ottiene il risultato desiderato. Dal botulino al filler ai laser non ablativi, si possono ritoccare naso, labbra, occhi, pelle, con un recupero istantaneo. E’ infatti sufficiente recarsi dal medico estetico/chirurgo una settimana prima dell’evento a cui si intende partecipare”. Il trattamento “spiana-rughe” per eccellenza più richiesto è il botulino. “La tossina botulinica – afferma l’esperto – è indicata per il trattamento delle rughe da espressione, zampe di gallina, frontali e perioculari, che si manifestano con il passare dell’età. Il botulino viene iniettato in piccolissime dosi all’interno dei muscoli mimici e non richiede anestesia. I tempi di azione del botox sono di circa una settimana”. Negli ultimi anni si è molto abbassata l’età in cui vi si ricorre: oggi la richiesta è sotto i 30 anni. Anche il microbotox è suggestivo: è una maggiore diluizione del farmaco  per quei solchi naso labiali così inestetici. Altro ritocchino più richiestro riguarda le labbra. Per ridare forma e volume a labbra, zigomi, mento o fronte scavate con il passare del tempo si può ricorrere ai filler facciali. “I filler vengono iniettati nel tessuto sottocutaneo senza alcuna anestesia – prosegue Spirito – esercitando un’azione riempitiva nelle aree interessate. Il risultato è quello di un volto dall’aspetto ringiovanito ma comunque naturale. Anche in questo caso è consigliabile intervenire con qualche giorno di anticipo per scongiurare il rischio di formazione di eventuali ecchimosi”. C’è poi il naso. “Tra i trattamenti più richiesti di quest’anno c’è poi il rinofiller. Molte donne ma anche molti uomini – dice l’esperto – desiderano il ritocchino al naso per eliminare gobbe o storture. Basta una semplice infiltrazione per ottenere un buon risultato in vista delle feste. L’effetto dura però sei mesi”. Molto in voga anche i ritocchini alla pelle. Per rimuovere alcune macchie dalla pelle e ottenere un derma più splendente si può ricorrere anche ai laser specifici. “Questi ultimi – afferma il chirurgo plastico – rispetto ai laser non ablativi, agendo sugli strati inferiori della pelle, hanno il comunque il vantaggio di avere dei tempi di recupero molto brevi. Subito dopo il trattamento ci si può truccare e tornare al lavoro il giorno stesso. Dunque si può ricorrere a procedure soft anche il 30 dicembre e ritrovarsi per la notte di Capodanno con la pelle più levigata”. Infine, ci sono le mascelle, gettonate tra gli uomini. “Tra i più graditi – fa sapere Spirito – il filler sulle mascelle, richiesta associata al desiderio di essere sexy e mostrare un aspetto virile. Per gli uomini che hanno superato i 40 anni, inoltre, si può proporre anche il botulino e, in caso di occhiaie, un po’ di filler specifico”.

Share
Share