Boom dei dispositivi indossabili, trainano gli auricolari

Share

Analisti, consegne in crescita del 94%. Apple regina del settore

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è auricolari-Airpods.jpg

Le consegne mondiali di dispositivi indossabili sono quasi raddoppiate nel corso del terzo trimestre, con un incremento del 94,6% su base annua, alla cifra record di 84,5 milioni di unità. A dirlo sono gli analisti di Idc, secondo cui a trainare il settore dei “wearable” è la forte domanda di auricolari e cuffie senza fili, che rappresentano quasi la metà delle consegne complessive. Un terzo del mercato è in mano a Apple, che ha triplicato le consegne.

Da luglio a settembre, cuffie e auricolari smart hanno raggiunto i 40,7 milioni di unità commercializzate, con un incremento del 242,4% rispetto agli 11,9 milioni del terzo trimestre 2018.

“Auricolari e cuffie sono diventati il nuovo prodotto di riferimento per il mercato dei dispositivi indossabili”, rileva il ricercatore Ramon T. Llamas. Il fenomeno è iniziato con i produttori di smartphone che hanno eliminato la presa jack per le cuffie, favorendo la domanda di cuffie senza fili, spiega l’analista. In seguito l’offerta si è arricchita con prodotti più funzionali e dalle forme diversificate. dai minuscoli auricolari “true wireless” alle grandi cuffie “over-the-air“.

Al secondo posto in classifica ci sono i bracciali per il fitness (19,2 milioni di unità), seguiti dagli smartwatch (17,6 milioni). Tra le aziende, Apple si conferma regina grazie alla popolarità dell’Apple Watch, degli AirPods e delle cuffie Beats.

L’azienda di Cupertino, con 29,5 milioni di dispositivi consegnati, triplica i volumi rispetto ai 10 milioni del terzo trimestre 2018, e arriva a detenere oltre un terzo del mercato. Xiaomi è seconda con 12,4 milioni, e Samsung terza a 8,3 milioni. Fuori dal podio Huawei (7,1 milioni, il triplo rispetto ai 2,3 milioni di un anno fa) e Fitbit (3,5 milioni).

Ansa.it
   

Share
Share