Crisi climatica, in Germania pronti a rinunciare alle luci del Natale

Share

Secondo un sondaggio i cittadini direbbero addio alle luminarie in nome del Pianeta. E in Italia? Crescono i buoni propositi per feste più sostenibili

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Natale-in-Germania.jpg

Sareste disposti a un Natale senza luci? Una vigilia e un cenone privi di quegli addobbi che ovunque, dall’albero ai balconi, dipingono la classica atmosfera natalizia? In Germania, in tempo di crisi climatica, i cittadini si stanno ponendo questi interrogativi: forse è tempo di una revisione energetica anche per Babbo Natale. In un recente sondaggio condotto da YouGov per l’agenzia di stampa tedesca Dpa è stato chiesto ai tedeschi se, come sforzo per combattere i cambiamenti climatici, fossero favorevoli o meno a ridimensionare o abbandonare completamente le luci di Natale. Quasi il 60% degli intervistati ha risposto che sì, prenderebbe davvero in considerazione la riduzione o l’addio delle luci di Natale in nome del Pianeta.

L’11% degli intervistati ha dichiarato invece che è pronto ad accettare fin da subito un Natale senza luci se questo fosse utile alla causa della lotta contro la crisi climatica, mentre il 10% è pronto a farlo in futuro. Il 35% dei tedeschi ha invece risposto che “no, non è un’opzione” quella di spegnere le luci durante le feste natalizie.

Seppur provocatorio, dato che le classiche luci a Led natalizie usate nelle case rispetto ad esempio a vecchie lampadine consumano ed inquinano meno, e dato che il problema dell’eccesso di consumo a livello di energia spesso riguarda realtà comunali o industriali, più che il singolo addobbo casalingo, l’argomento luci-clima-Natale ha comunque diviso i tedeschi. A parte un piccolo gruppo di indecisi, un 44% ha ad esempio risposto che vorrebbe meno luci sugli edifici e nelle strade durante le festività, mentre un altro 44% ha detto di non voler rinunciare alle luminarie cittadine.

In generale, quasi 7 tedeschi su 10 hanno raccontato di essersi comunque posti quest’anno la questione se decorare o meno la casa con le luci di Natale e, nel farlo, che tipo di luminarie usare. Anche grazie a movimenti quali FridaysForFuture e gli scioperi per il clima, o le indicazioni degli scienziati ben raccontate al mondo da Greta Thunberg, per il Natale 2019 si registra in generale una maggiore sensibilità ai temi ambientali, anche in Italia.

Secondo un indagine di MUp Research e Norsta per ridurre l’impatto ambientale e l’inquinamento prodotto durante le festività l’82% degli italiani ha intenzione di adottare comportamenti ecosostenibili. Si va dalla carta riciclata per i regali ad addobbi più ecosostenibili per gli alberi, sino alla addio ai monouso in plastica. Dal sondaggio risulta ad esempio che 23,5 milioni (65%) opteranno per un Natale plastic free bandendo dalla tavola posate e piatti monouso in favore di stoviglie in ceramica e staranno più attenti agli sprechi alimentari (il 61%). Anche in tema di luci, gli italiani si dicono intenzionati a migliorare: oltre 25 milioni di cittadini intendono ridurre il consumo di energia legato alle luminarie. C’è chi promette che userà solo lampadine a Led (43,8%), chi ridurrà in generale le luci natalizie (27,2%) e un 18,9% che non intende utilizzare luminarie.

Repubblica.it

Share
Share