Entro il 2100 il mare Adriatico potrebbe salire tra i 30 e i 50 centimetri

Share

Per questa ragione il sindaco di Rimini si dice pronto a investire 35 milioni di euro per alzare la passeggiata del lungomare di almeno 80 centimetri

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è MARE-ADRIATICO.jpg

Nel 2100 l’Adriatico potrebbe sommergere buona parte della costa veneta e romagnola. Ecco perché Rimini cerca di anticipare le drammatiche conseguenze dei cambiamenti climatici.
Un progetto da 35 milioni di euro che prevede l’innalzamento di 80 centimetri della nuova passeggiata, in modo da raggiungere quota 2,85 metri sul livello del mare. “Venezia è andata sott’acqua – ha commentato il sindaco della città, Andrea Gnassi – Se vogliamo vivere in una terra che non sprofonderà, dobbiamo cambiare”. 
Centri di ricerca internazionali e scienziati lanciano l’allarme, le previsioni fanno paura. Se non si ferma il surriscaldamento globale, lo scioglimento dei ghiacci porterà a un aumento del livello del mare. E anche le spiagge delle località turistiche più popolari d’Italia rischiano di scomparire. Per prevenire l’effetto “Atlantide“, la mitologica isola sommersa, tutto il lungomare riminese verrà trasformato. 


Tgcom24

Share
Share