Silvio Berlusconi caduto a Zagabria nella ressa per i selfie: “Nessuna frattura, solo una contusione”

Share

Caduta accidentale per Silvio Berlusconi giovedì, al termine del congresso del Ppe a Zagabria. Il leader Forza Italia rimarrà alla Casa di cura La Madonnina di Milano per un paio di giorni. Gli accertamenti hanno escluso fratture; risulta solo un voluminoso ematoma sulla coscia, con un versamento. È il motivo per cui i medici preferiscono tenerlo sotto osservazione anche nel fine settimana. «Silvio Berlusconi ha aspettato la proclamazione di Antonio Tajani a vicepresidente e poi, uscendo dall’arena, si è concesso ai selfie. Nella ressa ha sbattuto. Per questa ragione, una volta ritornato in Italia ieri pomeriggio alle 16, i medici hanno disposto alcuni accertamenti», hanno comunicato venerdì pomeriggio fonti del PpE. «Silvio Berlusconi ha aspettato la proclamazione di Antonio Tajani a vicepresidente e poi, uscendo dall’arena, si è concesso ai selfie. Nella ressa ha sbattuto. Per questa ragione, una volta ritornato in Italia ieri pomeriggio alle 16, i medici hanno disposto alcuni accertamenti», hanno comunicato venerdì pomeriggio fonti del PpE. «Nessuna rottura di femore, clavicole, tibie o ossa varie. Nessun rientro urgente, ma il presidente è rientrato come da programma alla fine del congresso del Ppe – si legge in una nota di Forza Italia -. La verità è che si tratta di una banalissima contusione. Ma, come sapete, un battito di ali di una farfalla in Cina provoca un uragano in Texas. Il presidente vi saluta e vi augura buon lavoro».

Simona Ravizza, Corriere.it

Share
Share