Dell promuove Federico Suria

Share

Novità al vertice tricolore del gruppo specializzato nella produzione di pc: Dell promuove Federico Suria e lo nomina country manager enterprise sales in Italia. Suria sarà responsabile di guidare la crescita dell’azienda sul mercato enterprise, con l’obiettivo di rafforzare il posizionamento del gruppo specializzato nella produzione di personal computer come partner di riferimento nella trasformazione digitale.

Laureato in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Milano, con un Mba (Master in business administration) a Insead, Suria è entrato in azienda 9 anni fa ricoprendo diversi ruoli: in Italia è stato direttore finanziario e responsabile dei servizi professionali e in Emea responsabile della consulenza sui clienti global. Recentemente ha guidato uno dei distretti commerciali dell’area enterprise ed è stato responsabile per il team tricolore di integrazione tra Dell ed Emc dopo la fusione. Suria ricopre anche la carica di enterprise csr lead per l’Italia, con l’incarico di coordinare i progetti di corporate social responsibility dell’azienda nella Penisola.

Prima di entrare in Dell Technologies Italia, il manager ha lavorato in McKinsey & Company e in Rolls-Royce Aerospace e ha registrato un brevetto relativo a tecnologie per ridurre le emissioni inquinanti sulle turbine a gas.

«Negli ultimi dieci anni, Dell Technologies è stata protagonista di importanti cambiamenti, raggiungendo oggi un posizionamento unico sul mercato, in termini di leadership tecnologica e ampiezza di portafoglio», ha dichiarato Suria. «Il mio obiettivo principale nel nuovo ruolo sarà rafforzare il rapporto di partnership con i nostri clienti, supportandoli nell’accelerare il loro processo di digitalizzazione. In questa trasformazione, fondamentale per rendere le aziende italiane più competitive sul mercato globale, Dell Technologies può contare su un eccellente team di professionisti di talento in Italia e su una ampia rete di partner allineati alla nostra missione di guidare il progresso in modo sostenibile».

Marco Livi, ItaliaOggi

Share
Share