Stefano Pessina ha guadagnato in un giorno quasi mezzo miliardo di dollari: ora è il terzo uomo più ricco d’Italia

Share

Come guadagnare in un giorno quasi mezzo miliardo di dollari. E come diventare, in qualche giorno in più, il terzo uomo più ricco d’Italia. Stefano Pessina, maggiore azionista di Walgreens Boots Alliance, era già il quarto più ricco del nostro paese e il 107esimo del mondo, in quanto creatore del più grande gruppo di farmacie in Europa.

Ma voci di mercato, fatte rimbalzare dall’agenzia Bloomberg , dicono che sta per vendere a un investitore deciso a riportare il suo impero in mani private, ovvero togliendolo dalla Borsa e dalle speculazioni finanziarie: impresa che, secondo i bene informati, costerebbe circa 70 miliardi di dollari all’ autore dell’ offerta di pubblico acquisto. Un colpo di dimensioni tali da entrare nella graduatoria delle Opa più costose di tutti i tempi.

E da rendere il venditore ancora più ricco di quello che è.Questa settimana, in appena 24 ore, il patrimonio di Pessina è cresciuto di 436 milioni di dollari, sulla base dell’ incremento del titolo Walgreens alla Borsa di New York, dove ha chiuso in rialzo di oltre il 5 per cento, chiudendo a 62,25 dollari ad azione. A farlo volare sono state appunto le indiscrezioni secondo cui il fondo di private equity Kkr sarebbe pronto a pagare 70 miliardi di dollari per impossessarsi del controllo della società e toglierla dal mercato.

Pessina non conferma ma nemmeno smentisce. Qualcosa, di sicuro, dietro le quinte si sta muovendo e il risultato verrà presto alla luce. Sarebbe la conferma del tocco magico dell’uomo d’affari napoletano, che da giovane sognava di fare il fisico nucleare, poi decise di occuparsi della farmacia di famiglia nella sua città di nascita per tirarla fuori dalla crisi nell’Italia politicamente turbolenta degli anni ’70.

Insieme alla sua partner di business Ornella Barra, poi diventata sua moglie, ha costruito dapprima la più importante rete di farmacie italiane, controllando il 20 per cento del settore nazionale, per poi espandersi all’estero con un’acquisizione dietro l’altra, in Francia, in Spagna, nel Regno Unito, dove Boots è ormai sinonimo del termine farmacia tanto è diffuso in ogni strada di ogni città inglese.

Di Pessina si dice che ami una sola cosa: lavorare. E che non sbagli mai una mossa. Questa sarebbe la conferma: la quotazione in Borsa non gli è mai piaciuta, anche se il suo 16 per cento nella compagnia equivale a un patrimonio di 11 miliardi di dollari. Già con l’incremento di ieri ha superato, nella classifica dei più ricchi d’ Italia, Giorgio Armani che scende al quarto posto; ma se la vendita miliardaria andrà in porto potrebbe sorpassare anche i primi due, Leonardo Del Vecchio e Giovanni Ferrero, diventando il nostro numero uno.

Enrico Franceschini, Repubblica

Share
Share