Caramanico Terme, arriva il villaggio di Natale

Share

(di Tiziano Rapanà) Il Natale si avvicina. Manca più di un mese, eppure per le strade flebilmente si avverte la mitica atmosfera festaiola. Nei negozi si intravedono spazietti dedicati al Natale, con tanto di proposte di acquisto di addobbi vari per l’albero e il presepio. Tempo fa vi parlai della difficile situazione che stava attraversando Caramanico Terme. Lo splendido bellissimo comune della Val Pescara, stava vivendo una forte crisi a causa della chiusura delle Terme.  Miracolosamente le terme hanno riaperto e la stagione è cominciata, anche se in forte ritardo. I turisti sono accorsi a visitare la perla dell’Abruzzo, con le presenze che hanno registrato un impennata record a Ferragosto: oltre 2000 turisti. A stagione termale appena chiusa, Caramanico si prepara a festeggiare il Natale. Il paese che ha dato i natali a Marino di Caramanico, insigne giurista del XII secolo, si prepara a festeggiare le feste in maniera originale. Quest’anno ci sarà per la prima volta, a Caramanico, il villaggio di Natale. Nei weekend e festivi dal 7 dicembre al 6 gennaio, lungo le strade del paese, verrà riprodotta l’attraente magia del Natale. Le cose da fare sono tante per voi e i vostri cari: i vostri figli o nipoti potranno divertirsi e ballare con gli elfi, fare una foto ricordo con Babbo Natale. E ancora: potrete giocare a tombola, fare un giro in carrozza, gustare prodotti tipici, regalare un oggettino realizzato a mano. Il villaggio, che aprirà le danze alle ore 16:00, sarà composto da un Abete di Natale addobbato e illuminato, mercatini con artigiani del posto e prodotti tipici. Al centro della scena, la mitica casa di Babbo Natale dove poterlo incontrare, inviare la lista dei desideri, et cetera. Dopo aver salutato Babbo Natale, non scordate di fare una capatina alla Casa degli Elfi. Nel villaggio ci saranno anche le giostre per i vostri bambini, la carrozza natalizia a cavallo, il trenino, le luminarie e tanti spettacoli e musica itineranti che renderanno indimenticabile il percorso che ricrea la mitologia fiabesca del Natale. Tutto questo lo si deve all’impegno della Pro Loco in collaborazione con il Comune di Caramanico Terme e con il contributo di tutte le attività commerciali del territorio. È un bella proposta che vi dà la possibilità di passare un Natale diverso, fuori dai soliti schemi convenzionali. Non avrete problemi di pernottamento: gli Hotel convenzionati con il villaggio, per la prima volta riapriranno per tutto il periodo che parte dai primi di dicembre, ed offriranno ai clienti tanti sconti e offerte. E non solo, oltre alla principale attrazione natalizia, potete prendere parte ad attività sportive del parco avventura Majagreen (si trova nell’area verde “Il Pisciariello”, dove si trova la storica fontana, simbolo di Caramanico), e partecipare ad interessanti escursioni organizzate da Majambiente. Naturalmente, trovandovi in zona, approfittate per visitare anche Sant’Eufemia a Majella e il Passo di San Leonardo: posti magnifici che ricordo caramente. Per raggiungere Caramanico, ci sono vari modi. Se vi piace muovermi in treno, prendete la linea Roma-Pescara, scendete alla stazione di Scafa e prendete il pullman che vi porta a Caramanico Terme, che trovate al piazzale antistante la stazione. Qualora preferiate muovervi in auto, prendete l’Autostrada A14 Bologna-Bari, ricordandovi dell’uscita per Pescara. Poi percorrete l’A25 Pescara-Roma, prendendo l’uscita Alanno-Scafa. Seguendo le indicazioni, raggiungerete agilmente Caramanico.

tiziano.rp@gmail.com

Share
Share