Banca Generali, raccolta netta totale a €367 milioni ad ottobre

Share

Banca Generali ha registrato ad ottobre una raccolta netta di €367 milioni per un totale di oltre €4.1 miliardi da inizio anno. Il risultato è positivo e conferma Banca Generali come una delle società con la maggiore crescita da inizio anno nel settore.

I nuovi flussi del mese si distinguono per la qualità nel mix di prodotto, con i nuovi comparti dell’innovativa SICAV LUX IM che hanno raccolto €194 milioni nel mese, consolidando così il trend di crescita da inizio anno (€1,7 miliardi).

Ad ottobre si è registrato anche un cambio di passo nel segmento assicurativo con la raccolta dei nuovi contenitori assicurativi ibridi di BG Stile Libero che hanno realizzato €106 milioni di nuovi flussi (€332m da inizio anno).

Prosegue poi il trend positivo nel risparmio amministrato (€104 milioni di raccolta ad ottobre) complice il successo delle nuove emissioni di Certificates dalla piattaforma “BG Certificates Hub” che hanno contribuito per €86 milioni (€408 milioni da inizio anno).

Infine, si segnala che le masse sotto consulenza evoluta (Advisory) sono ulteriormente cresciute raggiungendo i €4,5 miliardi, con una crescita di €100 milioni nel mese e €2,2 miliardi da inizio anno.

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Banca Generali, Gian Maria Mossa, ha commentato: “Un altro mese all’insegna della forza della domanda e della qualità nel mix d’offerta proposto. Le novità dei nuovi comparti della Sicav Lux Im hanno trovato subito grande attenzione tra i clienti, così come le ultime proposte nella nostra multilinea che vedono crescere l’apporto delle gestioni assicurative. Nonostante i miglioramenti delle Borse i risparmiatori chiedono protezione e la versatilità delle nostre soluzioni e il contributo della consulenza evoluta rappresentano la risposta più efficace al bisogno di pianificazione. La solidità dei flussi e l’interesse che ci giunge non solo da tanti imprenditori ma anche da professionisti d’esperienza, ci fanno guardare con grande ottimismo agli ultimi due mesi dell’anno”.

Share
Share