Convention con i fornitori di Salini Impregilo: innovazione e sfide per i partner del Gruppo con Progetto Italia

Share

“Mai smettere di pedalare”. Con queste sue parole è stato ricordato Giorgio Squinzi, ex presidente Confindustria, durante la quarta edizione del Procurement Supplier Meeting 2019 Salini Impregilo, svoltosi il 14 ottobre presso la Triennale di Milano con oltre 500 partecipanti da tutto il mondo. E’ stato infatti il Gruppo Mapei, di cui Squinzi è stato lo storico patron, ad essere premiato come miglior fornitore, in Medio Oriente, nell’ambito della convention Salini Impregilo. Un appuntamento all’insegna del messaggio “Be disruptive”, per spingersi sempre oltre apportando innovazione e miglioramenti radicali in un mercato strategico ma tendenzialmente poco innovativo come quello delle grandi infrastrutture complesse. La convention annuale, a cui sono stati presenti i direttori generali Salini Impregilo Claudio Lautizi e Massimo Ferrari, sottolinea la stretta collaborazione e la condivisione di know how con i partner strategici di Salini Impregilo. Un rapporto particolarmente importante in questa fase di rilancio delle infrastrutture italiane grazie a Progetto Italia, l’operazione lanciata da Salini Impregilo per consolidare il settore che a livello mondiale presenta un enorme potenziale di crescita, come ha commentato Stefano Gatti, Professor of Infrastructure Finance del Dipartimento di Finanza dell’Università Bocconi di Milano.

Claudio Notarantonio, Direttore Procurement Salini Impregilo e organizzatore dell’evento, ha premiato, oltre a Mapei, altri fornitori che hanno “fatto la differenza” nel settore insieme a Salini Impregilo: AG Middle East per il progetto Al Bayt Stadium in Qatar, Caterpillar Inc. a livello Worldwide, Palmieri Group per il Progetto Riachuelo in Argentina, Täby Brandskyddsteknik AB per la metro di Copenaghen e SynerTrade Italy Srl per piattaforma digitale in sede.

In un contesto globale sempre più competitivo e sfidante, l’apporto dei partner è sempre più decisivo in tutte le fasi del progetto, dalla gara alla esecuzione e consegna finale, con soluzioni innovative, alti standard di qualità e professionalità, forte monitoraggio su salute e sicurezza. Per questo sono state attivate anche partnership con il mondo delle start up, soprattutto in ambito digital, con attività di co-design, di sviluppo di un End-To-End Procurement Tool su cloud, di robot process automation, di ricorso all’intelligenza artificiale per il planning e di sistemi per l’approvazione in realtime delle richieste di acquisto.

Share
Share