Saliscendi / LaVerità

Share

di Cesare Lanza per LaVerità

Matteo Salvini

I suoi avversari che lo consideravano inginocchio faranno bene a darsi una calmata. La Lega continua a crescere secondo le rilevazioni Swg. Nell’ultima settimana Salvini ha guadagnato lo 0,9%: dal 32,3% al 33,2. In calo il Pd che ha perso lo 0,6% attestandosi al 19,4% (contro il 20 del precedente sondaggio). In calo anche Renzi: Italia Viva perde lo 0,3%. Il M5s invariato (+0,1%) al 18,6%.

Domenico Giani

Si è dimesso il capo della gendarmeria del Papa. Giani ha protetto tre pontefici in 70 viaggi. Rifiutò anche la vicepresidenza dell’Onu. Quasi certamente innocente paga la «responsabilità oggettiva» dopo un colloquio con il Papa. Alla base la divulgazione da parte dell’Espresso di notizie riservate su presunte operazioni finanziarie all’estero da uffici del Vaticano. Giani non ha trovato la talpa.

Mario Balotelli

Ha 29 anni e un contratto interessante con il Brescia per tre anni. Lo stipendio è di un milione di euro per ogni stagione. A fine campionato incasserà un premio di tre milioni se la squadra si salva e lui segnerà almeno 15 gol. Se invece il Brescia retrocede, il contratto si scioglie. Molti lo detestano, molti lo stimano. Tra questi ultimi, il ct della nazionale Roberto Mancini, che non esclude di recuperarlo.

Peter Handke

Premio Nobel per la letteratura, sommerso da critiche. Più di tutto: la partecipazione al funerale di Milosevic. Handke non si curò di Srebrenica: oltre 8.000 islamici bosniaci uccisi dai serbi. Quanto alle frecciate per i meriti, la più perfida è Mariarosa Mancuso: «Per noi fa da aggravante la lunga collaborazione con Wim Wenders e certi film che furono di culto e sono da sbadiglio».

 

Paolo Bonolis

Arguto come sempre: «La vecchiaia ha molti vantaggi. Mia madre, 87 anni, è stata operata alla cataratta. Quando si è vista allo specchio (erano anni che non si vedeva) ha detto: “Ridatemela”. Mi dispiace vedere la frustrazione negli occhi dei nonnetti. Allora ci scherzo, nelle trasmissioni li coinvolgo». Paura della morte? «Sia io, sia Laurenti siamo morti spesso. Ogni tanto, la notizia su Internet».

Nicola Zingaretti

Michele Serra ci scherza su: «Zingaretti fa una cosa inaspettata, anzi anacronistica: parla come se fosse il segretario del Pd». Scherzi a parte, quanto vale Zingaretti? Certamente è una brava persona, incline alle mediazioni. Bene in Regione Lazio. Ma il Pd è un’altra cosa. Dovrebbe tirar fuori le unghie, ma il suo carattere lo spinge più alle strette di mano.

Share
Share