FIFA 20 non ha la licenza per la Juventus: i bianconeri saranno il Piemonte Calcio.

Share

FIFA 20, la Juventus senza licenza diventa Piemonte calcio

È quasi tutto pronto per FIFA 20 ma il lancio dell’ultimo videogioco di calcio su tutte le console quest’anno avrà una grande particolarità: nel campionato italiano spiccherà la presenza di una squadra sconosciuta, il Piemonte Calcio, che prenderà il posto della Juventus.

Gli appassionati saranno costretti dunque a giocare il campionato italiano senza la squadra più forte degli ultimi otto anni? Non proprio. Il Piemonte Calcio, in fondo, sarà proprio la Juventus. Cosa è successo allora? Cerchiamo di mettere ordine.

FIFA 20 Piemonte Calcio: una Juventus senza licenza

È successo che la Juventus ha stretto un accordo di partnership esclusiva con PES 2020, videogame di calcio giapponese e diretto concorrente di FIFA: quindi, il gioco lanciato da EA Sports non potrà godere della licenza dei bianconeri, ceduta in esclusiva alla Konami.

Il primo TOTW di FIFA 20 Ultimate Team

Gli sviluppatori di FIFA 20 hanno dovuto fare di necessità virtù ed è per questo che è nato il Piemonte Calcio. Un nome che fa sorridere e che impone anche l’utilizzo di una maglia, di un logo e di uno stadio diversi dall’originale. Per fortuna, invece, i nomi e l’aspetto dei singoli giocatori rimarranno fedeli alla realtà.

“Il Piemonte Calcio – ha precisato infatti EA Sports – userà calciatori autentici e reali in FIFA 20 e in FIFA 20 Ultimate Team. La chimica dei calciatori in FIFA 20 Ultimate Team non sarà interessata da questi cambiamenti”.

Quali saranno le differenze sostanziali tra il Piemonte Calcio e la vera Juventus? Innanzitutto, quella più macroscopica riguarderà le maglie.

La maglia del Piemonte Calcio, infatti, sarà diversa da quella dei bianconeri. Tuttavia, i colori rimanderanno in tutti i modi alla squadra torinese: la prima maglia, infatti, è nera con una banda diagonale rosa e da righe più sottili. Colori presenti anche nella prima maglia ufficiale di questa stagione.

La seconda invece sarà gialla, con un tricolore al centro all’altezza del collo, mentre la maglia del portiere sarà grigia con una grossa stella rosa su una spalla.

E il logo? Il logo sarà nero, con le inconfondibili tre stelle della Juventus e una zebra diversa da quella ufficiale juventina ma comunque molto simile.

Per quanto riguarda i valori dei singoli giocatori, quelli non verranno minimamente alterati. Cristiano Ronaldo, ad esempio, rimarrà il secondo calciatore più forte del videogioco, alle spalle di Lionel Messi.

La “guerra delle licenze” dei singoli club, contese tra PES e FIFA, è da anni uno dei temi più grossi che girano attorno ai videogiochi di calcio. E quest’anno ha mietuto un’altra vittima illustre. Ma c’è da scommettersi che tutto il dibattito scaturito sul Piemonte Calcio non sarà altro che una grande pubblicità per il videogioco. 

di Carmelo Leo, TPI.it

Share
Share