Bce:Npl dimezzati a 587mld,calino di più

Share

I dati al marzo 2019 rispetto ai 1.000 miliardi di novembre 2014

A fine marzo 2019 il volume degli Npl detenuto dalle banche europee si era “quasi dimezzato, collocandosi a 587 miliardi di euro, con un’incidenza degli Npl pari al 3,7%” rispetto ai 1.000 miliardi del novembre 2014. Lo rende noto la Bce che comunque, “malgrado i recenti progressi, ritiene indispensabile l’ulteriore riduzione del livello degli Npl, per risolvere il problema in tempi rapidi, finché le condizioni economiche sono ancora favorevoli”. La Bce ha anche rivisto le aspettative di vigilanza sugli accantonamenti prudenziali per gli Npl delle banche, adeguandosi al nuovo regolamento dell’Ue. La disciplina del “primo pilastro” per i crediti deteriorati, che impone una deduzione dai fondi proprio per le esposizioni deteriorate non sufficientemente coperte da accantonamenti o altre rettifiche, scatterà per gli Npl successivi al 26 aprile.

ANSA

Share
Share