TERRONI CAPUT MUNDI/ Al Bano chiama Sassoli per l’alta velocità al Sud

Share

L’appello del cantante: «Fateci sentire europei». Il caso di Teresa Cilia a Uomini e Donne

(di Cesare Lanza per Il Quotidiano del Sud)

L’APPELLO DI AL BANO PER PORTARE AL SUD I TRENI AD ALTA VELOCITÀ

Secondo Agenpress, un appello per portare i treni ad Alta velocità nel Sud Italia arriva da Al Bano (Cellino San Marco, 20 maggio 1943), popolarissimo cantante pugliese. “Mi rivolgo a tutti i componenti dell’Europa: – ha detto Al Bano – fateci sentire veramente europei, a livello degli altri europei. Non penso di chiedere molto. Non sono solo, siamo noi del Sud che abbiamo questa specie di ribellione e questa richiesta umana: vogliamo viaggiare alla stessa velocità di tutti gli europei, perché europei lo siamo anche noi, di fatto, di diritto e di scelta“.
L’obiettivo è portare la battaglia fin sul tavolo del Parlamento europeo chiedendo al neo eletto presidente, David Sassoli, “un incontro – dice Al Bano, con apprezzabile ma evidente ingenuità – per spiegare quello che serve per far funzionare il Sud. Non ha fatto niente di male il Sud. Si è aggregato, ha pagato a caro prezzo l’Unità d’Italia e continua ancora a pagare. Facciamo in modo che questa Italia sia veramente unita e il treno, come il sangue nelle nostre vene, ha bisogno di viaggiare con lo stesso tipo di velocità“.
Per quanto riguarda la sua complessa, inquieta e anche tormentata vita sentimentale, un mese fa – il 14 luglio – Al Bano ha fatto sapere con fermezza e precisione di voler essere considerato single. Non c’è Romina e non c’è Loredana nella vita del cantante di Cellino San Marco, che a dispetto del gossip ha ribadito di non essere più impegnato in una relazione con nessuna delle due donne. La saga dei Carrisi, come viene affettuosamente chiamata dal pubblico televisivo, ha appassionato migliaia di persone. D’altronde, fin dagli anni Sessanta, Albano Carrisi e Romina Power erano state una delle coppie più amate e invidiate del mondo dello spettacolo.

UN CASO: TERESA CILIA DIFFIDATA DAI REDATTORI DI UOMINI E DONNE

Teresa Cilia (Ragusa, 27 febbraio 1987), ex tronista di ‘Uomini e Donne’, avrebbe ricevuto una diffida dopo le sue ultime rivelazioni. É stata diffidata dalla redazione: è quello che emerge dalle ultime dichiarazioni di suo marito, Salvatore Di Carlo (Termini Imerese, Palermo, 9 aprile 1989).
Ricapitoliamo. Nei giorni scorsi fra l’ex tronista e Raffaella Mennoia, braccio destro di Maria De Filippi, era nato uno scontro durissimo con accuse sempre più pesanti. Teresa Cilia aveva affermato che i rapporti si erano interrotti dopo che, durante una puntata speciale di ‘Temptation Island’, il marito Salvo avrebbe visto “qualcosa che non doveva vedere”. Non solo: la modella siciliana aveva anche riferito numerosi retroscena sulla redazione di ‘Uomini e Donne’. Nelle ultime ore lo staff della trasmissione ha deciso di reagire, pubblicando un comunicato sul profilo dell’autore Claudio Leotta. “Siamo stati in silenzio fino a oggi – si legge – nella speranza che alcune persone, che non vogliamo neanche nominare, riflettessero sulle assurde esternazioni chiaramente fatte nell’intento di aggiungere follower ai loro profili e garantendosi, di conseguenza, qualche sponsorizzazionein più. Abbiamo letto cose infondate e, purtroppo, offensive. Una per tutte che la redazione di ‘Uomini e Donne’ e, in particolare, Raffaella Mennoia, fossero a conoscenza del fatto che una tronista, per tutta la durata del trono, fosse fidanzata. Chi segue ‘Uomini e Donne’ sa perfettamente che non è così”. Nel comunicato viene difeso l’operato della redazione, fugando ogni dubbio riguardo bugie e strumentalizzazioni. Secondo lo staff della De Filippi, Teresa Cilia avrebbe agito in questo modo solamente per avere l’attenzione del pubblico e conquistare qualche follower in più su Instagram. Da giorni i fan si chiedevano il perché del silenzio dell’ex tronista. A svelare il mistero è stato Salvatore Di Carlo, calciatore e marito di Teresa, da lei conosciuto proprio a ‘Uomini e Donne’. “Comunque se c’è stato, se c’è e se ci sarà silenzio – ha svelato -, spero che capiate il motivo per cui c’è tutto questo silenzio. Qual è il motivo per cui c’è tutto questo silenzio? Se io sto parlando è perché non ho diffide e non ho nulla, quindi posso parlare!”. “Ora sponsorizzo anch’io perché ho bisogno di like – ha ironizzato -. Comunque vi volevo dire che da oggi c’è una vacanza: ‘Per i diffidati vacanze omaggio’. Solo per oggi e solo per i diffidati”.

UN CARATTERE FORTE E TENACE. LA VITA DIFFICILE, POI IL SUCCESSO

Teresa Cilia è cresciuta in una famiglia tipica del sud Italia, molto unica. L’hanno definita altruista, ma anche impulsiva e testarda: forse anche perché nel 1990, all’età di tre anni, aveva subito un trauma molto forte: la morte del padre per un tumore (e, proprio per questo motivo, in seguito legata fortissimamente ai tre fratelli).
Nel 2011 la ragazza aveva anche dovuto affrontare un tumore all’utero: tutto bene, dopo una delicata e complicata operazione. Infine il successo come tronista: ha conquistato moltitudini
di telespettatori.

Share
Share