Flat tax: Cgil, dimezza tasse più ricchi

Share

Aggravi invece per chi guadagna meno

Fino a 19 mila euro di tasse in meno per chi ha un reddito di 110mila euro, un risparmio di 8.100 euro all’anno per i redditi di 50mila euro ed un aggravio invece per chi ha un un reddito annuale lordo di 18 mila. Sono questi secondo la Cgil, alcuni degli effetti del progetto flat tax, così come prospettato finora.
In base alle indicazioni emerse – che prevedono di ridurre le aliquote dalle attuali 5 (23%, 27%, 38%, 41% e 43%) a 3, che sarebbero pari a 15% (fino a 50 o 60 mila euro) a 40% la massima (oltre i 100.000 euro), con un valore immaginato intermedio per la seconda aliquota – un lavoratore con reddito annuo lordo di 18.000 euro, e gli 80 euro, paga oggi circa 1.870 euro di Irpef. Con la nuova aliquota, cui aggiungiamo una deduzione di 4.000 euro come annunciato circa un anno fa, andrebbe a pagare 2.100 euro. Un lavoratore con reddito pari a 50.000 euro paga attualmente circa 15.000 euro. Con la riforma ne pagherebbe 6.900, con un vantaggio di 8.100 euro. Un lavoratore con reddito pari a 110.000 euro paga attualmente 40.470 euro, con la riforma ne pagherebbe 21.500.

Ansa.it

Share
Share