Ultime sui trasporti. Simet sbarca in Puglia, 300 nuovi collegamenti via bus

Share

La Puglia si avvicina al nord Italia: è già possibile, da oggi, prenotare viaggi sulle linee di pullman anche da 9 località pugliesi per raggiungere il nord Italia mentre il servizio sarà attivo a partire dal mese di luglio. Il gruppo Simet Bus Spa, presente sul mercato da oltre 70 anni nel settore della linea a lungo raggio, aggiunge così 300 nuovi collegamenti tra la Puglia e tutto il nord del Paese.  “Il nostro obiettivo – spiega Gerardo Smurra, presidente Simet Bus Spa – è continuare a crescere nella mobilità integrata su gomma ed essere presenti dove le infrastrutture non possono arrivare o sono carenti. Il nostro gruppo, insieme a un’altra società del settore, l’Autoser­vizi Pasqualini di Verona, conta su una flotta di 100 veicoli. Di questi, il 75% euro VI, 195.000 km è la percorrenza media annua di un autobus, 217 il numero delle città servite dal 2019, 15 le città tedesche collegate dal gruppo e 397mila i passeggeri trasportati nel 2018 che contiamo di veder aumentare per l’anno prossimo”. I collegamenti giornalieri attivati in Puglia da Simet Bus Spa partiranno dalle località di Tricase, Casarano, Gallipoli, Nardò, Avetrana, Manduria, Taranto, Massafra e Mottola per arrivare agli hub di Modena e Bologna e da lì proseguire per tutte le altre destinazioni che fanno parte della rete Simet Bus Spa. Inoltre sarà possibile prendere un autobus diretto per Milano. “Mio pa­dre – racconta Smurra – inaugurò la prima linea, la Cosenza-Napoli, il 25 maggio 1958. Un’iniziativa che all’epo­ca fu bollata dai più come ‘una pazzia’. Nel 1965 ab­biamo collegato Cosenza a Ro­ma e poi dal 1972 la nostra rete si è allargata sempre di più. L’autobus – conclude – si è affermato come mezzo di trasporto alternativo a treno e aereo. Sappiamo bene che oggi il mercato è molto concorrenziale e anche noi cerchiamo di stare al passo offrendo più promozioni possibili ma senza mai pregiudicare innanzitutto la sicurezza ed anche la qualità, alle quali siamo sempre molto attenti. Infatti i nostri autobus, costantemente sottoposti a controlli, hanno un’anzianità media di 3,7 anni”.

Share
Share