Terroni caput mundi / Imma ed Eva, cerimonia intima e romantica

Share

La Grimaldi sposa Battaglia dopo nove anni di fidanzamento

IMMA ED EVA, IL CLAMOROSO MATRIMONIO
(di Cesare Lanza per Il Quotidiano del Sud) Imma Battaglia – nativa di Portici, 28 marzo 1960, 59 anni, impegnata in politica – si è sposata domenica, nozze civili, con l’attrice Eva Grimaldi, 57 anni, ex star di ‘Drive in’. Una cerimonia intima e romantica, celebrata poco fuori Roma, nei giardini dell’Antonello Colonna Resort, nel parco naturale di Labìco. Eva ha scelto un abito cipria, senza maniche e gonna morbida; la Battaglia un completo blu. A firmare entrambi gli abiti, Enzo Miccio, che ha curato anche l’organizzazione delle nozze. A far da testimone alle spose è stato Gabriel Garko, come raccontato via Instagram dall’invitata Vladimir Luxuria. Presenti anche Paola Perego, Nancy Brilli, Elenoire Casalegno e Bianca Atzei. Le due signore avevano annunciato il matrimonio qualche mese fa. Imma ha detto di essere solo un po’ emozionata: quasi un’ospite. «La regina dell’organizzazione è stata Eva. Io posso organizzare tante altre cose ma non queste, dove c’è un aspetto di romanticismo che anch’io ho, ma che per me è molto privato». Poi, con convinzione, in una lunga intervista a Luca Zanini, a cuore aperto… «Quello che mi ha convinto è la parte politica. Quando in un Paese gli striscioni di dissenso vengono rimossi in malo modo, è giusto esibire l’amore, la relazione come chiaro messaggio politico di dove ci collochiamo rispetto al Paese. Eva e io stiamo con i diritti civili, il diritto alla casa, al lavoro, il diritto all’amore rispettato».

INSIEME DA NOVE ANNI
Imma ed Eva stanno insieme da nove anni. «L’unione civile? Ci siamo arrivate da due strade diverse. Sicuramente il punto di partenza comuneè quello di amarci e stare bene insieme […]». A vent’anni si era accorta per la prima volta del suo amore per una donna. «Era l’80, ero all’Università. Avevo un fidanzato, ma mi ero accorta di essere innamorata come una teenager di un’amica con cui studiavo matematica. Il cuore mi batteva quando la vedevo, tipo ‘Tempo delle mele’… Non me l’aspettavo. Vivevo a Portici e non conoscevo nessun omosessuale. Sentivo queste emozioni fortissime, ma ne avevo paura come l’aveva lei… Finì male, lasciai quel ragazzo e lui si infuriò fino ad alzare le mani. Ma siamo ancora amici…»

“MIA MAMMA É LA PIU FELICE”
«Oggi sono cambiate tante cose: nelle grandi città i Millennials non hanno più bisogno di dichiararsi; ormai sono liberi, sono gender free,gender fluid. Crescono le famiglie arcobaleno. Allora era tutto più difficile…Oggiin famigliasonocontenti per noi. La più sorprendente è mamma: perché ha 89 anni. Abbiamo vissuto tante emozioni insieme. Dal rifiuto che aveva all’inizio fino ai gesti di oggi: mamma ama Eva più di ogni altra cosa e ci augura felicità. È chiaro che lei è la più grande soddisfazione, la più grande conquista per me. Non solo perché è mia madre». Per Imma è il primo matrimonio, Eva è stata sposata per sette anni con Fabrizio Ambroso. Battaglia, all’anagrafe Immacolata Battaglia, è una dei leader del movimento LGBT in Italia. Presidente del Circolo di cultura omosessuale “Mario Mieli” dal 1995 al 2000, è tra i fondatori di ‘Gay Project, di cui è stata presidente fino al febbraio 2014. I cronisti si sono impegnati a descrivere i minimi particolari del clamoroso matrimonio. Ad esempio, la torta nuziale è stata realizzata dalla storica pasticceria Andreotti di Roma. “Base di pan di spagna con crema e gocce di cioccolato. Con pochi e semplici ingredienti il dolce è stato battezzato ‘Torta Imma”… nient’altro che una variante di una normale torta tradizionale.

Share
Share