Splende il sole su Snam: l’utile netto è aumentato dell’11,4%. Alverà: “Stiamo rendendo la nostra rete sempre più moderna e sostenibile”

Share

Ieri si  è riunito Il Consiglio di Amministrazione di Snam. Sotto la presidenza di Luca Dal Fabbro, il CdA ha approvato i risultati consolidati del primo trimestre 2019 (non sottoposti a revisione contabile).

Ecco un quadro dei risultati raggiunti nel primo trimestre:

  • Utile netto: 283 milioni di euro (+29 milioni di euro; +11,4% rispetto al primo trimestre 2018), a fronte del positivo andamento della gestione operativa, della riduzione del costo medio del debito e dei maggiori proventi netti su partecipazioni;
  • Utile operativo: 366 milioni di euro (+11 milioni di euro; +3,1% rispetto al primo trimestre 2018), grazie anche agli effetti delle azioni di efficienza poste in atto;
  • Investimenti tecnici: 166 milioni di euro, inclusi gli investimenti in innovazione e transizione energetica (Snamtec) di 25 milioni di euro;
  • Free cash flow: 634 milioni di euro (+99 milioni di euro; +18,5% rispetto al primo trimestre 2018);
  • Indebitamento finanziario netto: 234 milioni di euro (11.548 milioni di euro al 31 dicembre 2018);

 

A questi si aggiungono i fatti di rilievo:

  • Climate Action Bond: conclusa con successo, in data 28 febbraio 2019, l’emissione del primo Climate Action Bond di Snam, il primo in Europa, del valore nominale di 500 milioni di euro, cedola annua dell’1,25% e scadenza 28 agosto 2025;
  • Programma ECP: deliberato dal Consiglio di Amministrazione di Snam del 19 marzo 2019 l’incremento, da 1 miliardo di euro a 2 miliardi di euro, dell’ammontare del programma di Euro Commercial Paper (“Programma ECP”);
  • Mobilità sostenibile: proseguono gli accordi in ambito mobilità sostenibile. In particolare: (i) firmato in data 20 marzo 2019 con Tamoil un contratto per realizzare un primo lotto di 5 stazioni di rifornimento di gas naturale sul territorio nazionale, promuovendo lo sviluppo della mobilità sostenibile per auto e camion in Italia; (ii) firmato in data 28 marzo 2019 con FS Italiane e Hitachi Rail un Memorandum of Understanding (MoU) che mira alla conversione di una parte dell’attuale flotta di treni della Fondazione FS Italiane da diesel a metano, nell’ambito della promozione della mobilità sostenibile nei trasporti pubblici in Italia;
  • Azioni proprie: deliberato dall’Assemblea degli azionisti di Snam del 2 aprile 2019 il rinnovo del programma di Share buyback e l’annullamento di 74.197.663 azioni proprie, senza riduzione del capitale sociale, perfezionatosi in data 17 aprile 2019.

L’a. d. di Snam Marco Alverà ha espresso soddisfazione per i successi raggiunti: “Il primo trimestre 2019 si è chiuso con risultati molto positivi, che danno continuità al percorso di crescita intrapreso da Snam in linea con gli obiettivi del piano industriale al 2022. L’incremento a due cifre (+11,4%) dell’utile netto consolidato riflette i migliori risultati operativi e la continua ottimizzazione della struttura finanziaria”. E ancora: “I nostri investimenti in Italia sono in crescita di oltre il 6% rispetto al primo trimestre 2018: stiamo rendendo la nostra rete sempre più moderna e sostenibile e, con il progetto Snamtec, sviluppiamo i nuovi business e puntiamo sulla trasformazione digitale.  Nel primo trimestre abbiamo posto le basi per un altro anno di creazione di valore per tutti i nostri stakeholder e per rafforzare ulteriormente il ruolo di Snam come protagonista della transizione energetica e come azienda sempre più attenta allo sviluppo dei territori e del sistema Paese”.

Il CdA, ieri, ha anche  nominato i componenti dei comitati Controllo e Rischi e Operazioni con Parti Correlate, Remunerazione e Nomine.

Il Consiglio ha inoltre istituito, in luogo del Comitato Sostenibilità, il Comitato Environmental, Social & Governance con compiti propositivi e consultivi dell’attività consiliare di integrazione delle tematiche ESG nelle strategie di business.

I comitati sono così composti:

Comitato Controllo e Rischi e Operazioni con Parti Correlate

  • Francesco Gori * (Presidente);
  • Francesca Pace *
  • Antonio Marano *

Comitato per la Remunerazione

  • Francesca Pace * (Presidente);
  • Rita Rolli *
  • Alessandro Tonetti **

Comitato Nomine

  • Antonio Marano * (Presidente);
  • Laura Cavatorta *
  • Alessandro Tonetti **

Comitato Environmental, Social & Governance

  • Laura Cavatorta * (Presidente);
  • Rita Rolli *
  • Yunpeng He **

Concludiamo informandovi che il CdA  ha  confermato Franco Pruzzi “Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari”.

(*) Amministratore non esecutivo e indipendente ai sensi del Codice di Autodisciplina

(**) Amministratore non esecutivo

 

 

 

Share
Share