Radio Radicale, Crimi: “Nessuna volontà di prorogare convenzione”

Share

Al netto di un miracolo, ultime ore per Radio Radicale. M5S sta per chiuderla. Il sottosegretario Crimi è nettissimo: “Sulla convenzione con Radio Radicale ad oggi non c’è nessuna volontà di prorogare la convenzione”. Il governo insiste nel voler abolire RR. Il Pd invita alla mobilitazione.

Dice il capogruppo Marcucci al Senato: “Di Maio e Salvini hanno deciso di bloccare il Parlamento per due settimane e di non discutere emendamenti per salvare Radio Radicale. Serve una mobilitazione straordinaria per difendere un’emittente libera, che il governo vuole silenziare”. E saranno giornate burrascose queste in cui, tra caso Fazio e caso RR, si avverte una stretta in campo radio-televisivo.

Marco Ajello, Ilmessaggero.it

Share
Share