AirHelp Score 2019: ecco la classifica dei migliori aeroporti e delle prime compagnie aeree al mondo

Share
AirHelp, la più importante società di supporto ai passeggeri aerei a seguito di ritardi e cancellazioni, annuncia l’AirHelp Score 2019: la classifica delle compagnie aeree e degli aeroporti di tutto il mondo. Lanciato per la prima volta nel 2015, oggi l’AirHelp Score è la più completa e accurata analisi dell’industria aerea, basata sulla valutazione della qualità del servizio, la puntualità e la gestione dei reclami. 
 
Per la realizzazione della classifica, AirHelp ha utilizzato varie fonti di dati sul traffico aereo, tra cui il suo ampio database, decine di migliaia di recensioni clienti e la sua esperienza nell’elaborare e gestire le richieste di oltre 10 milioni di passeggeri in tutto il mondo. 
 
Le migliori compagnie aeree: Quatar Airways al primo posto, per il secondo anno consecutivo
 
La compagnia aerea che si aggiudica il primo posto della classifica annuale di AirHelp è ancora Quatar Airways che, con un punteggio totale di 8.23, si aggiudica il primo posto per il secondo anno consecutivo grazie alla sua indiscussa capacità nella gestione dei reclami e alla puntualità da record. Sul podio troviamo anche la compagnia aerea American Airlines, seguita dalla messicana Aeromexico con un punteggio totale che differisce di poco: American Airlines vanta un punteggio di 8.07, mentre Aeromexico di 8.07. Quarto e quinto posto per SAS Scandinavian Airlines e per la compagnia australiana Qantas, che vantano entrambe un ottimo punteggio sia nella gestione dei risarcimenti sia nella puntualità dei voli. 
 
In fondo alla classifica di AirHelp si posizionano molte delle compagnie low cost più famose: Ryanair e easyJet, per esempio, si aggiudicano rispettivamente il 68esimo e il 71esimo posto, con un rating molto basso sia per la qualità del servizio offerto ai passeggeri, sia per la puntualità dei voli. Non è un caso che quest’anno molte compagnie abbiano fatto notizia a causa dei numerosi scioperi del personale e i conseguenti disagi che hanno causato ai passeggeri: questo non fa che confermare ancora una volta che la qualità del servizio offerto ai propri clienti è fondamentale per scalare la classifica di AirHelp. 
 
Tra le compagnie aeree italiane, Air Dolomiti vanta il 50esimo posto della classifica, con un punteggio della qualità del servizio di 7.7, della puntualità dei voli di 7.3 e della gestione dei reclami che sfiora appena il 4.9. Fuori dalla graduatoria invece Alitalia e Air Italy, dal momento che non tutti i criteri erano disponibili per una valutazione completa. Per garantire infatti una classifica affidabile, tutti i dati riguardanti la puntualità del servizio, le recensioni dei clienti e la gestione dei reclami devono essere disponibili. 
 
“Nonostante i buoni punteggi ottenuti da Alitalia per quanto riguarda la qualità del servizio (8.2) e la puntualità dei voli (8.5), non è stato possibile inserirla nella classifica di quest’anno” sostiene Roberta Fichera, portavoce di AirHelp Italia. “La delicata situazione economica che la compagnia di bandiera sta affrontando ha reso difficile l’analisi del livello di efficienza nella gestione dei reclami e quindi impossibile una valutazione completa”. 
 
“L’AirHelp Score 2019 dimostra, ancora una volta, che le compagnie aeree in grado di soddisfare i propri passeggeri sono capaci di garantire una puntualità costante nel corso dell’anno” afferma Henrik Zillmer, CEO di AirHelp. “Oggi, i passeggeri aerei sono sempre più informati circa i loro diritti e sono in grado di scegliere più consapevolmente tra una vasta offerta di società. Questo significa che anche quelle compagnie aeree che hanno un basso punteggio in termini di puntualità possono fidelizzare il cliente offrendogli un servizio di assistenza post-volo attento alle loro esigenze. La nostra classifica dimostra che coloro che mettono i passeggeri al centro dei propri servizi, si assumono appieno le responsabilità in caso di ritardi o cancellazioni ed elaborano rapidamente le richieste di risarcimento, guadagnano così la fiducia dei clienti, chiave del successo in un mercato ormai altamente competitivo”. 
 
I migliori aeroporti dell’anno secondo l’AirHelp Score 2019: ancora necessari molti miglioramenti
 
Tra i 132 aeroporti analizzati, ad aggiudicarsi il titolo di miglior aeroporto del mondo è l’aeroporto internazionale di Hamad, seguito da quello di Tokio Haneda e Atene, che completano il podio. Fanalino di coda della classifica l’aeroporto di Eindhoven, l’aeroporto internazionale del Kuwait e l’aeroporto di Lisbona Portela che quest’anno non sono riusciti ad offrire un servizio di qualità ai propri passeggeri. 
 
“Roma Fiumicino e Milano Malpensa sono al 93esimo e 95esimo posto della classifica di quest’anno; è chiaro che in Italia sia necessario intervenire con miglioramenti significativi” afferma Roberta Fichera, portavoce di AirHelp Italia. “I frequenti scioperi del personale aereo e il crescente fenomeno dell’overtourism non fanno che causare disagi agli aeroporti d’Italia e di tutto il mondo: oggi, più che mai, è fondamentale che i viaggiatori facciano valere i propri diritti e che gli aeroporti adeguino i loro servizi alla crescente domanda”.  
Share
Share