Terroni caput mundi / Il Grande Torino, uno squardone tutto nordista

Share
(di Cesare Lanza per Il Quotidiano del Sud) In occasione della tragedia del Grande Torino (4 maggio 2019, settantesimo anniversario del disastro aereo di Superga, in cui perì tutto lo squadrone granata) alcuni lettori mi hanno scritto per chiedermi se in quella storica formazione ci fossero anche alcuni calciatori di origine meridionale. Ho controllato: no, neanche uno. Ecco com’era composto il Toro, nel campionato 1948-1949:
 Bacigalupo, Ballarin, Maroso, Grezar (Martelli), Rigamonti, Castigliano, Menti, Loik, Gabetto, Mazzola, Ossola. Ed ecco le date e i luoghi di nascita di quei formidabili campioni.
Valerio Bacigalupo – Vado Ligure (Liguria), 12 marzo 1924.
Aldo Ballarin – Chioggia (Veneto), 10 gennaio 1922.
Virgilio Romualdo Maroso – Crosara di Marostica (Veneto), 26 giugno 1925.
Giuseppe Grezar – Trieste (Friuli-Venezia Giulia), 25 novembre 1918.
Danilo Martelli – Castellucchio (Lombardia), 27 maggio 1923.
Mario Rigamonti – Brescia (Lombardia), 17 dicembre 1922.
Eusebio Castigliano – Vercelli (Piemonte), 9 febbraio 1921.
Romeo Menti – Vicenza (Veneto), 5 settembre 1919.
Ezio Loik – Fiume (Croazia), 26 settembre 1919.
Guglielmo Gabetto – Torino (Piemonte), 24 febbraio 1916.
Valentino Mazzola – Cassano d’Adda (Lombardia), 26 gennaio 1919.
Franco Ossola – Varese (Lombardia), 23 agosto 1921.
Share
Share