Roma, bambino si sente male in auto e muore: il traffico sulla Colombo era paralizzato

Share

Un bambino di 10 anni è morto mentre era a bordo dell’auto dei genitori in coda nel traffico della Cristoforo Colombo, in questi giorni ancora più rallentato per l’allestimento all’Eur del circuito della Formula E.
È successo intorno alle 8,30 nel tratto della complanare compresa tra gli incroci di via di Casal Palocco e via Ermanno Wolf Ferrari, direzione Roma. Improvvisamente un bambino si è sentito male, è uscito dal veicolo accompagnato dai genitori e si è accasciato sulla banchina laterale, un centinaio di metri dopo l’ingresso dei Parchi della Colombo. Immediatamente è scattata la solidarietà da parte degli altri automobilisti in coda.

Qualcuno ha attraversato le vetture che procedevano a passo d’uomo chiedendo se ci fosse un medico. Altri hanno avvertito i soccorsi. E’ arrivata a tutta velocità una pattuglia della Polizia locale gruppo Roma X Mare e, subito dopo, è sopraggiunta un’ambulanza più un’auto medica. Il medico dell’Ares 118 ha praticato a lungo il massaggio cardiaco e attivato il defibrillatore ma dopo oltre mezz’ora di tentativi i soccorritori si sono dovuti arrendere. Il corpo del piccolo, avvolto in una coperta termica, è rimasto sul ciglio della strada in attesa dell’autorizzazione del magistrato di turno per la sua rimozione. Quel tratto di complanare è stata chiusa alla circolazione.

Mirko Polisano, Ilmessaggero.it

Share
Share