Schiaffo a Trump, il Senato boccia l’emergenza nazionale

Share

Il Congresso boccia l’emergenza nazionale di Donald Trump, dichiarata per ottenere i fondi per la costruzione del muro con il Messico. A girare le spalle al tycoon non è solo la Camera ma anche il Senato a maggioranza repubblicana, con 12 senatori conservatori – incluso Mitt Romeny – che respingono l’iniziativa presidenziale. La rabbia di Trump è affidata a quattro caratteri in un tweet: “VETO!”.

Lo schiaffo del Congresso segue altri due pesanti colpi inflitti nelle ultime ore al tycoon, ovvero il via libera per mettere fine al sostegno americano alla coalizione saudita nel conflitto in Yemen, sul quale è atteso un altro veto presidenziale. Ma anche l’approvazione alla Camera della risoluzione che chiede di rendere pubblico il rapporto del procuratore speciale per il Russiagate, Robert Mueller. Un disco verde quest’ultimo assolutamente bipartisan, con 420 voti a favore e zero contrari.

La bocciatura sull’emergenza nazionale è però lo schiaffo più pesante perchè va a colpire uno dei punti cardine della politica di Trump, quello su cui ha giocato e vinto le elezioni del 2016: l’immigrazione e il muro con il Messico per bloccarla.

ANSA

Share
Share