Salvini posta contro Pd e Ong e il sindaco lo insulta: “Ma sparati”. Poi smentisce: “Non ho scritto io quel post”

Share

“Questa è l’Italia vera! Altro che la ‘staffetta’ de Partito Democratico sulla nave Ong per i diritti dei clandestini…”.Sotto a questo post di Matteo Salvini pubblicato su Facebook fa capolino il commento “Ma sparati”, firmato dal profilo Fb di Michele Strianese. Il tutto datato 28 gennaio.Strianiese è sindaco di San Valentino di Torio e presidente della provincia di Salerno. Motivo per il quale la cosa, ovviamente, non è passata inosservata. A denunciare la cosa ci ha pensato la pagina Lega-Salerno, pubblicando lo screenshot sulla propria pagina social.

Polemiche à gogo e, a seguire, smentita categoria del diretto interessato che sempre su Facebook ha smentito di aver scritto lui quel commento: “Tanto clamore per nulla. Non ho scritto io sotto il post di Salvini. Purtroppo il mio profilo personale non è utilizzato soltanto da me, ma anche da familiari e collaboratori. Inoltre io firmo sempre con nome e cognome i miei post o i commenti, sia che vengono fatti con il profilo personale, che con quello istituzionale del Comune o della Provincia”.

E, infine, il primo cittadino ha scritto: “Oggi sinceramente ero impegnato per le primarie del Pd e avevo altro a cui pensare: ovviamente mi scuso per il malinteso. Anche se non condivido nulla del politico di Salvini e dei suoi modi di esprimersi, ho rispetto per quello che rappresenta dal punto di vista istituzionale”.

Pino Francone, Ilgiornale.it

Share
Share