Berlusconi marca stretto la Lega

Share

Ho ragione io, il centrodestra è la maggioranza naturale del Paese e Forza Italia resta una sua componente essenziale… Ogni giorno dico a Salvini di staccare la spina a questo governo, ora che i Cinque stelle vengono sempre più abbandonati dagli italiani, è arrivato il momento di farlo…Dopo la vittoria in Abruzzo, Silvio Berlusconi considera il bis in Sardegna un risultato positivo, soprattutto per la sua creatura politica lanciata nel ’94 e la sua leadership. Il crollo dei Cinque stelle e la Lega che non sfonda, secondo il Cav, gli consentono di restare in carreggiata e di marcare stretto Matteo Salvini. E nello stesso tempo, sono due fattori che rappresentano un segnale molto incoraggiante per le europee. Della serie: Matteo non può fare a meno di noi, i voti di Fi restano determinanti. “Senza Fi e il centrodestra la Lega non va da nessuna parte”, esultano gli azzurri.

Giorgio Mulè, portavoce dei gruppi parlamentari, lo dice chiaramente: ”Il voto in Sardegna offre innanzitutto un dato preciso e chiarissimo: alla maggioranza parlamentare non corrisponde più la maggioranza elettorale. Nella coalizione di centrodestra nessuna forza politica è autosufficiente…”. Prima di mandare un lunga nota a fine giornata, dove definirà il ”centrodestra maggioranza naturale degli italiani”, parlerà del ”declino irreversibile dei Cinque stelle” e di un ”centrosinistra in crisi” senza mai citare direttamente Salvini, il leader azzurro si congratula con tutti i vertici forzisti nell’isola, a cominciare dal coordinatore regionale Ugo Cappellacci.

Adnkronos

Share
Share