Arriva la Barbie in sedia a rotelle: “Non c’è solo la perfezione”

Share

Arriva dalla Mattel anche la Barbie con disabilità, la società punta sempre di più all’inclusione

Da oltre sessant’anni la fashion idol della Mattel si è sempre curata dei sogni e delle aspirazioni delle bambine.

È stata l’azienda di giocattoli che ha sempre creduto nelle seconde possibilità. Dopo la bambola LGBT, la Barbie curvy, ora l’azienda presenta la Barbie con disabilità.

Il prossimo mese di giugno, infatti, entrerà in commercio una Barbie fashion su una sedia rotelle e con una protesi alla gamba. Con questa nuova collezione la Mattel ha intenzione di sfatare il pregiudizio delle bambine e, come ha sottolineato Curt Decker, il direttore esecutivo della società: “Un’icona del calibro di Barbie può far capire il senso della diversità. I bambini di oggi in questo modo possono capire che esistono anche le minoranze e non solo la bellezza e la perfezione.”

Per realizzare questo nuovo modello di Barbie, la Mattel ha chiesto aiuto a Jordan Reeves, 13enne e attivista per i diritti dei disabili, celebre per essere stata la prima ragazzina ad aver progettato una protesi a forma di unicorno. Ma è stata fondamentale anche la collaborazione dell’ospedale pediatrico di Los Angeles. E altri progetti inclusi sono già in fase di realizzazione.

Carlo Lanna, il Giornale

Share
Share