Merkel sulla Brexit: “C’è chance per soluzione confini con l’Irlanda”

Share

Angela Merkel, oggi a Tokyo, si è mostrata fiduciosa su una possibile soluzione della questione sul confine con l’Irlanda, nell’ambito delle trattative sulla Brexit. “Ci sono determinate possibilità” di tutelare la compattezza del mercato interno, ha affermato, e allo stesso tempo “andare incontro all’auspicio di non avere controlli sul confine fra Irlanda del nord e Irland”. “Colloqui del genere devono e possono essere svolti”, ha aggiunto.

May negozia per compattare Tory su piano B concreto – Un ‘gruppo di lavoro’ interno al Partito Conservatore – formato sia da euroscettici ultrà, sia da moderati già pro-Remain – per cercare di definire un piano B comune sulla Brexit in grado di garantire un divorzio dall’Ue concordato con Bruxelles, ma possibilmente senza backstop: il controverso meccanismo vincolante di salvaguardia del confine aperto fra Irlanda e Irlanda del Nord. E’ l’ultima scommessa di Theresa May, prima di tornare nella capitale belga. Il consesso è stato ribattezzato Alternative Arrangements Working Group (Aawg) e ne fanno parte falchi come Steve Baker, colombe come Nicky Morgan e centristi come Damian Green. Tutti notabili Tory di peso ai Comuni, che la premier ha ricevuto oggi a Downing Street e che seguiteranno a riunirsi in settimana col ministro per la Brexit, Stephen Barclay. La base di partenza è quella d’un piano alternativo che mira ad allontanare l’ombra del backstop attraverso una possibile proroga di un anno (fino al dicembre 2021) della già prevista transizione dello status quo post Brexit. Sempre che Bruxelles apra spiragli.

ANSA

Share
Share