I servizi segreti americani smentiscono Trump: la Corea del Nord non ha nessuna intenzione di rinunciare alle sue armi

Share

Anche se Trump mostra segni di grande intesa con il Caro Leader della Corea del Nord, lo stesso che fino a un anno fa considerava un acerrimo nemico, i servizi di intelligence americana sono di altro avviso e, anzi, hanno messo in guardia il Presidente Usa dal credere alle parole di Kim Jong Un. In particolare la Cia ha riferito al Senato che è improbabile che la Corea del Nord rinunci alle armi di distruzione di massa poiché il regime considera le sue armi nucleari “fondamentali” per la sopravvivenza. Dan Coats, direttore americano dell’intelligence nazionale e per di più nominato da Trump ha fatto sapere al Senato che  “La Corea del Nord cercherà di mantenere le sue capacità di distruzione di massa ed è improbabile che abbandonerà completamente le sue armi nucleari e capacità produttive perché i suoi leader considerano le armi nucleari come fondamentali per la sopravvivenza del regime”.

Luciana Grasso, Business Insider Italia

Share
Share