Tod’s, il fatturato delude la Borsa: -5,5% dopo i conti

Share

L’impegno di Della Valle a investire per la crescita non convince del tutto Piazza Affari

Seduta negativa per Tod’s, che cede il 5,5% circa a Piazza Affari, all’indomani della pubblicazione dei risultati preliminari 2018, che hanno deluso le aspettative sul fronte dei ricavi. Inoltre, il presidente e amministratore delegato Diego Della Valle ha ribadito l’impegno a investire tutto il necessario per la crescita, ma ha lasciato anche intendere che il rilancio porterà risultati nel medio termine.

Le azioni di Tod’s, oggi tra le peggiori, sono arrivate a perdere più del 7,6% a un minimo di seduta di 39,66 euro e ai livelli di metà dicembre 2018. Il titolo è in controtendenza con i listini principali (+1,1% il Ftse Mib e +1,06% l’All Share). Nell’esercizio 2018 il gruppo ha realizzato un fatturato totale di 940,4 milioni a cambi correnti, in calo del 2,4% rispetto all’anno precedente. A cambi costanti il fatturato è pari a 958,2 milioni (-0,5%), cioè sostanzialmente in linea con i risultati del 2017.

I marchi che hanno subito l’impatto maggiore dei cambi sono Tod’s e Roger Vivier, data la loro importante presenza all’estero. Secondo Equita, in particolare, «il fatturato del quarto trimestre è stato sotto le attese (-3% anno su anno a 234 milioni)», motivo per cui gli analisti hanno «tagliato le stime 2018 (utile per azione -16%) per peggiore effetto cambio, minore leva operativa e maggiori costi. Il taglio è più pesante sul 2019 (-3% sul fatturato)».

La Stampa

 

Share
Share