Cristiano Ronaldo patteggia con il fisco: 18 milioni di euro e 23 mesi di carcere

Share

Se in campo le cose vanno nel migliore dei modi per Cristiano Ronaldo, la stessa cosa non si può dire fuori dal rettangolo di gioco. Il fuoriclasse di Funchal ha vinto il suo primo trofeo con la maglia della Juventus, trionfando nella finale di Supercoppa Italiana contro il Milan di Gennaro Gattuso, ed ha anche realizzato il gol del successo bianconero. L’ex United e Real Madrid ha realizzato 16 gol stagionali tra campionato, Champions League e appunto finale di Supercoppa Italiana.

Ad agitare le acque in casa di Cristiano Ronaldo, però, ci ha pensato Kathryn Mayorga con le sue accuse di stupro risalenti al 2009, mentre è notizia di qualche giorno fa che un’altra sua ex fiamma Jasmine Lennard ha ha parlato con i legali della Mayorga per rivelare scottanti e compromettenti informazioni che inchioderebbero il 33enne portoghese che per ora sembra assolutamente sereno dato il suo sorriso e soprattutto il suo rendimento sul terreno di gioco.

CR7, però, ha in corso un contenzioso anche con il fisco spagnolo ma secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo As l’attaccante della Juventus ha finalmente trovato un accordo con il fisco. L’ex Sporting Lisbona, infatti, ha patteggiato per evasione fiscale e verserà la bellezza di 18 milioni di euro nelle casse dello Stato spagnolo. CR7, inoltre, sarà anche condannato a 23 mesi di carcere che però non sconterà non avendo precedenti penali a suoi carica e in quanto la sanzione è inferiore ai due anni. Oltre a Cristiano anche Marcelo, Falcao, Di Maria, Mascherano, Messi e Mourinho hanno patteggiato con il fisco spagnolo.

Marco Gentile, Ilgiornale.it

Share
Share