Instagram, come aumentare i follower

Share

Il successo di Instagram sembra non avere fine: i giovani lo amano e lo preferiscono a Facebook. Le colorate e sempre più aggiornate Storie sono ormai entrate nel nostro quotidiano e condividere scatti poetici e brevi video è diventata un’abitudine irrinunciabile. Ma cos’è Instagram senza i follower? I famosi seguaci sono una componente importantissima del popolare social network: chi ne riesce ad accumulare tantissimi può persino diventare influencer, la professione post-digital più ambita di sempre.

Immaginiamo di esserci appena iscritti a Instagram: come dovremmo fare per aumentare il nostro numero di follower? Prima di tutto, la qualità. Condividere ottime foto e scatti degni di essere mostrati e condivisi con il mondo è una regola fondamentale, con un pubblico sempre più vasto e attento alla qualità dei contenuti postati. Poi, grande impegno nel divulgare passioni e interessi, anche attraverso la funzione dedicata alle Storie: l’interazione con i follower, e con la community generale, è un buon modo per aprire la strada all’aumento dei preziosi utenti. Da non sottovalutare l’importanza di sceglierli in modo preciso e appropriato significa veicolare i propri post verso un aumento di like e seguaci proporzionato e sincero (chi ci segue infatti potrebbe essere arrivato al nostro profilo proprio grazie alla parola chiave adatta). Esistono poi diverse app di terze parti rivolte alla monitoraggio e all’aumento dei follower, disponibili sia su iOS che Android: molte di queste utilizzano bot, altre semplicemente offrono una vetrina adatta che, in cambio di like e “follow4follow” (la pratica di seguire chi ci segue) permettono di aumentare in modo proporzionato i follower.

Instagram tiene molto alla questione, avendo da poco avviato le pratiche per l’eliminazione di tutti quei profili fake utilizzati, proprio da queste app, per aumentare in modo esponenziale i follower di un profilo. Vietato barare quindi, la scalata su Instagram richiedi impegno, dedizione e (cosa più importante di tutte) autenticità.

Adnkronos

Share
Share