Saliscendi / LaVerità

Share

di Cesare Lanza per LaVerità

Amanda Lear

Intervistata da Mara Venier, ha ammesso di aver creato deliberatamente l’ambiguità sul suo sesso: «Per provocazione sono stata io a cavalcare l’onda, con la mia voce particolare si poteva credere fossi un uomo e ci ho giocato molto. Mi serviva pubblicità: ha funzionato». Oggi ha 79 anni, il suo vero nome è Amanda Tapp, amante e musa ispiratrice di Salvador Dalì, fino all’ultimo giorno.

 

Vincenzo Boccia

Conviene agli imprenditori italiani, e al Paese, un conflitto col governo? Tremila industriali si sono ritrovati per sollecitare il rilancio delle infrastrutture, a partire dalla Torino-Lione. Il presidente di Confindustria è andato giù duro: «La pazienza è quasi al limite. Facciamo proposte per evitare danni al Paese».

 

 

Donald Trump

Il presidente degli States  cerca un vertice con il cinese Xi e con il russo Putin. Lo ha twittato lui stesso: è pronto a sedersi al tavolo per parlare di disarmo. L’inquilino della Casa Bianca va al sodo come d’abitudine: tratta solo con chi può decidere, senza perdere tempo con altri. E alla presenza dei soli interpreti. Se il terzetto si mette d’accordo, la missione è compiuta.

 

 

Danilo Toninelli

Parlando della ricostruzione del viadotto Morandi, ha detto: «Genova in pochi mesi, al massimo anni, tornerà più forte di prima». I rappresentanti delle vittime gli avevano chiesto di smetterla di raccontare «musse» (in genovese: chiacchiere). Il nodo è questo: quanto ci vorrà per ricostruire il ponte? Mesi, un anno e pochi mesi 0 molti anni? Toninelli non fa chiarezza.

 

 

Jacline Moraud

I gilet gialli non hanno leader sindacali 0 politici. Madame Mouraud è comunque in primafila: per la sua moderazione (è disponibile al compromesso) ha ricevuto minacce di morte. Ha dichiarato: «Questa gente non vuole alcuna soluzione al conflitto, vogliono solo fare casino, sfasciare tutto a Parigi». Però ha chiesto le dimissioni del governo, «unica via d’uscita» per evitare il peggio.

 

 

Gianluca Rocchi

L’arbitro di Roma-Inter non vede un rigore su Zaniolo, non chiede l’intervento della moviola, né gli arbitri addetti al Var sono intervenuti. Quindi: partita falsata, durissimo intervento (il primo) di Totti, dirigente giallorosso, inatteso commento del presidente degli arbitri, Marcello Nicchi: «Errore inconcepibile». Urgentissime regole più chiare.

 

Share
Share