Silvestri (M5S): “In Italia il gioco non è legale, per questo esistono le concessioni”

Share

“L’azzardo è un moltiplicatore economico negativo. Il confine tra legalità e illegalità è labile. L’azzardo è stato messo al centro dell’agenda parlamentare. Abbiamo iniziato con il divieto di pubblicità. Le persone non vedranno più nulla in televisione e in qualsiasi altro luogo a partire dal prossimo giugno. Non si tratta di proibizionismo, ma di liberare ad esempio anche i giornali. Non basta a risolvere il problema, è solamente l’inizio. In questa legge di Bilancio stiamo cercando di inserire un emendamento per fare in modo che i Comuni riescano ad avere immediatamente i dati del traffico delle giocate. Il gioco in Italia non è legale, per questo esistono le concessioni. Il Governo e il Movimento Cinque Stelle non hanno mai detto ‘distruggiamo il gioco’. Dobbiamo però intervenire su questo fenomeno. Nessuno vuole tornare al proibizionismo. Non è vero che facendo arretrare il gioco legale, aumenta quello illegale. Attualmente sono cresciuti entrambi. Non c’è collegamento tra le due cose”.  È quanto ha dichiarato Francesco Silvestri, Vice Capogruppo alla Camera del M5S, durante il programma “Tutta la città ne parla” di Rai Radio 3.

AGIMEG

Share
Share