Saliscendi / LaVerità

Share

di Cesare Lanza per LaVerità

Virginia Raggi

Adesso le chiacchiere stanno a zero. Indubbiamente la sindaca di Roma esce politicamente rafforzata dall’assoluzione giudiziaria. E i suoi contestatori sono costretti a smetterla con accuse di natura legale, ma hanno ogni diritto di chiedere iniziative concrete, per risolvere i molti e gravi problemi della Capitale. Ci sarà una tregua? È ragionevole dubitarne, ma sarebbe cosa buona e utile.

 

 

Barbara Lezzi

I suoi interventi suscitano spesso ironie. Stavolta la sua battuta è sublime: «Le informazioni devono esserci a 370 gradi…». Batte, dialetticamente, perfino la scienza: qualcuno può darle quei dieci gradi in più che mancano all’appello? Su un’opinione della ministra però si può concordare: con i soldi per la Tav si potrebbe fare l’alta velocità nelle regioni meridionali.

 

 

Matteo Salvini

«II governo maltese protesta per la mia denuncia di benzina, bussole e giubbotti regalati ai barchini di immigrati? Nessuno può.permettersi di darci lezioni, tantomeno Malta, Mi sono rotto le palle che il resto d’Europa tratti l’Italia come un campo profughi! Chi continuerà a prenderci in giro ne pagherà le conseguenze». Così Matteo Salvini: quanno ce vo’, ce vo’!

 

 

Giampiero Ventura

Dopo la batosta alla guida della Nazionale, eliminata dal campionato del mondo in Russia, l’allenatore aveva una chance nel Chievo. Gli è andata male: in un mese e in quattro partite, un solo punto. Si è dimesso, a sorpresa. Era stata temeraria l’accettazione dell’incarico: frettolosa, ora, la rinuncia. Per il cittì (bravo tecnico) forse, a 70 anni, è l’addio definitivo al calcio.

 

 

Gian Piero Gasperini

È un grande maestro di calcio. E se l’Inter, dopo la trionfale stagione di Mourinho gli avesse dato fiducia, lo squadrone nerazzurro non avrebbe vissuto campionati tanto tormentosi. Quest’anno Gasp era partito male, ma l’Atalanta lo ha ben sostenuto. Ha risalito la classifica e si è preso una rivincita: ha sotterrato 4-1 proprio l’Inter, che arrivava da sette vittorie consecutive.

 

 

Gonzalo Higuain

Est modus in rebus, dicevano i latini. Il Pipita, prima di Milan-Juventus.era considerato l’antagonista di Cristiano Ronaldo. Purtroppo si è fatto parare il rigore del possibile pareggio. È stato espulso e ha perso la testa con l’arbitro. Quante giornate di squalifica? Cr7 ha stravinto la sfida: ha segnato il 2-0 per la Juve e ha tentato di calmare il furioso rivale.

 

 

Share
Share