Un bimbo scrive: “Il mio idolo è Salvini”. Nulla di male, alla sua età adoravo Briatore

Share

(di Tiziano Rapanà) Sui social è sorta una piccola polemica attorno ad un post di Matteo Salvini. Fin qui, tutto è nella norma. Si tratta di pura ordinaria amministrazione internettiana, visto che i social sono dei piccoli mondi dove regna sovrana la querelle, soprattutto se riguarda Salvini. Questa diatriba, però, riporta un particolare divertente. Ieri, il vicepremier ha rilanciato un tema scolastico di un bambino che ha riportato i bei ricordi di una giornata vissuta con il suo idolo, ovviamente Salvini: “Un giorno ho incontrato una persona che ho voluto sempre incontrare… Era un uomo saggio, simpatico e gentile: il migliore”. Il post ha generato prevedibili commenti a metà tra l’ironico e il moralistico. Questi ultimi, come ha ben riportato il Corriere della sera, si sono distinti per feroce ubbia. Vi riporto il più significativo: “Io mi interrogherei sulla famiglia perché un bambino che ha il mito di Salvini e non di Batman è preoccupante e non è certamente colpa sua”. I moralisti, stavolta, hanno esagerato: è normalissimo per un bambino avere come idolo un personaggio che non faccia parte di un’immaginario fiabesco o cartoonesco. Io alla sua età, ad esempio, adoravo Flavio Briatore. O meglio, l’immagine che i media davano di lui: un simpatico viveur pieno di donne, che non faceva un piffero dalla mattina alla sera. La cosa, ovviamente, non è vera: Briatore ha fatto eccome nel mondo della Formula 1 e dell’imprenditoria. A me bambino, quell’immagine mediatica legata al lusso e al divertimento mi esaltava e mi svagava, liberandomi dalla odiata routine scolastica. Sono passati un po’ di anni e sono cambiato, ho smesso di praticare il culto dell’idolatria mediatica, non sono diventato un viveur, però Briatore continua a restarmi simpatico, perché mi ricorda il bel periodo della mia infanzia. Pertanto, cari moralisti, non condannate l’innocente e ingenua idolatria infantile: io che l’ho vissuta, posso dirvi che è stata una delle cose più belle della mia vita da bambino.

tizianodecoder2@gmail.com

Share
Share