La Ue boccia la manovra, Salvini rispedisce le critiche al mittente: “Può mandare letterine fino a Natale, non cambiamo nulla”

Share

Bruxelles può mandare 12 letterine, da qui fino a Natale”, ma la manovra “non cambia”. Così Matteo Salvini, ai microfoni di Rtl 102.5. E rincara: “È un attacco all’economia italiana”.

Il vicepremier leghista conferma insomma l’intenzione del governo di non arretrare di un passo sui conti pubblici. E lo fa senza rispondere nel merito alle contestazioni di Bruxelles ma ricorrendo al solito argomento: l’Europa, anzi gli “euroburocrati”, ce l’hanno con l’Italia. “Se insistono a tirare schiaffoni a caso – dice – mi verrebbe voglia di dare più soldi agli italiani”.

La manovra è espansiva, assicura, e contribuirà alla ripresa dell’economia e al calo del debito: “Se la gente lavora di più, spende di più e paga le tasse”. Altre argomentazioni sulle quali la Commissione europea ha sollevato più di un dubbio.

Repubblica.it

Share
Share