Bagel-story, Apple aggiunge il formaggio all’emoji del panino a ciambella

Share

Come nel caso del cheeseburger che coinvolse Google, anche Cupertino – dopo la campagna social di un’azienda – rimette mano all’immagine del gustoso alimento aggiungendo la crema di formaggio e ridisegnandone i volumi

FRA LE 70 nuove emoji che Apple sta introducendo in queste settimane e che arriveranno definitivamente con la versione 12.1 di iOS c’è anche quella del bagel, i panini salati a forma di ciambella, col buco al centro, tipici della cucina polacca ed ebraica e ormai diffusi in tutto il mondo coi più diversi condimenti. Sono diventati un alimento alla moda servito spesso in locali specializzati, i bagel bar. Una via di mezzo appunto fra una ciambella, un bretzel e un panino buoni per un pranzo come per uno spuntino veloce. Peccato che l’emoji introdotta da Cupertino non fosse il massimo: un po’ tristanzuola, senza i giusti volumi e priva di alcun condimento, ha sollevato le solite strampalate e divertenti campagne social.

A sollevarla un’azienda di formaggi, la Philadelphia Cream Cheese, che la scorsa settimana su Twitter ha rilanciato un’immagine dell’emoji con la seguente frase: “Pensiamo che l’emoji di un bagel senza crema di formaggio sia un bagel triste, che ne pensate?”. Questa specie di iniziativa a cavallo fra marketing e provocazione, sfociata anche in una farsesca petizione su Change.org, sembrerebbe aver dato i suoi frutti. Come ha scoperto Jeremy Burge, autorità nel settore delle immaginette dei sistemi operativi e direttore di Emojipedia, nella quarta versione beta di iOS 12.1 appena rilasciata per gli sviluppatori – dunque in arrivo in tempi diversi e successivi – l’emoji è stata profondamente modificata. E, sorpresa, c’è anche del gustoso (alla vista) formaggio spalmabile. Ma sono state riviste anche colorazione e rotondità del panino, per renderlo più vicino alla croccantezza visiva di un prodotto fresco che non a una banale e incolore ciambellina salata. Davvero poco appetibile.La curiosa querelle ne ricorda molte altre simili. La più celebre fu quella legata al cheeseburger di Android, che spinse Mountain View a “ristrutturare” l’ordine degli ingredienti e in particolare la posizione della sottiletta fra i condimenti del panino: era stata collocata come ultimo ingrediente, appena sopra al pane. Un’imperdonabile leggerezza che condusse perfino il grande capo Satya Nadella a rassicurare gli (affamatissimi) utenti.

Simone Cosimi, Repubblica

Share
Share