Borsa, bene Piazza Affari

Share

Ottima partenza per Piazza Affari e per gli altri listini azionari europei, dopo il recupero dei mercati asiatici. Buona accoglienza per la manovra economica approvata ieri dal Consiglio dei ministri.

Sostanzialmente stabile l’Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,157. Seduta positiva per l’oro, che sta portando a casa un guadagno dello 0,74%. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,35%.

Si riduce di poco lo spread, che si porta a 301 punti base, con un lieve calo di 4 punti base, mentre il rendimento del BTP a 10 anni si attesta al 3,51%.

Tra i listini europei in avanti Francoforte, che recupera lo 0,3%, senza spunti Londra, che non evidenzia significative variazioni sui prezzi,bene Parigi, che segna un +0,3%.

Lieve aumento per la Borsa di Milano, che mostra sul FTSE MIB un rialzo dello 0,23%; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share fa un piccolo salto in avanti dello 0,25%, portandosi a 21.297 punti. Poco sopra la parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,43%); sulla parità il FTSE Italia Star (+0,08%).

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti utility (+2,31%), telecomunicazioni (+0,69%) e immobiliare (+0,65%). Nel listino, le peggiori performance sono quelle dei settori costruzioni (-0,80%) e bancario (-0,60%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, incandescente Ferragamo, che vanta un incisivo incremento del 2,81%.

In primo piano Enel, che mostra un forte aumento del 2,67% dopo l’annuncio di un aumento dlela partecipazione nella controllata cilena.

Decolla A2A, con un importante progresso del 2,11%.

Si muove in territorio positivo Terna, mostrando un incremento dell’1,62%.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Buzzi Unicem, che prosegue le contrattazioni a -2,13%.

Sotto pressione Unicredit, che accusa un calo dell’1,21%.

Scivola BPER, con un netto svantaggio dell’1,06%.

Piccola perdita per Pirelli, che scambia con un -0,8%.

Al Top tra le azioni italiane a media capitalizzazione, Tod’s (+4,48%), Hera (+3,74%), IREN (+2,26%) e ERG (+2,15%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Geox, che prosegue le contrattazioni a -2,11%.

In caduta libera Banca MPS, che affonda del 2,09%.

In rosso Gima Tt, che evidenzia un deciso ribasso dell’1,46%.

Spicca la prestazione negativa di doBank, che scende dell’1,22%.

Teleborsa

Share
Share