Ultime da FS. Sono stati presentati i nuovi treni regionali “Rock” e “Pop”

Share

Da sinistra, l’a.d. di FS Gianfrano Battisti con il ministro Danilo Toninelli

Il Gruppo FS Italiane ha pensentato una formidabile novità: ossia, l’arrivo dei treni Rock e Pop, che saranno presenti sui binari italiani da maggio 2019. I treni sono stati svelati ieri in anteprima mondiale dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli a InnoTrans 2018, la Fiera internazionale dedicata al trasporto ferroviario. A fare gli onori di casa nell’area riservata ai Rock e Pop, Gianluigi Castelli e Gianfranco Battisti, Presidente e a. d. e d.g. FS Italiane, e Orazio Iacono, a. d. e d. g. Trenitalia.

 
Presenti anche Alistair Dormer, a. d. Gruppo Hitachi Rail, Maurizio Manfellotto, a. d. Hitachi Rail Italy, Henri Poupart-Lafarge presidente e a. d. Gruppo Alstom, e Michele Viale, a. d. Alstom Ferroviaria, per illustrare le caratteristiche dei due convogli appena usciti dagli stabilimenti italiani delle due aziende.
 
I treni Rock e Pop di Trenitalia assicureranno la rivoluzione del trasporto ferroviario regionale e faranno in modo che le persone scelgano il treno al posto dell’auto. Tutto ciò grazie a una maxi fornitura di 517 convogli per un investimento economico di 4,2 miliardi di euro che, per numero di treni e valore economico, non ha precedenti in Italia.
 
I Rock e Pop sono parte del più ampio piano di rilancio del Gruppo FS Italiane per il trasporto regionale.Piano che, con un investimento economico complessivo di circa 6 miliardi di euro e oltre 600 nuovi treni, garantirà, entro cinque anni, il rinnovo dell’80% dell’intera flotta. Un cambio di paradigma per i pendolari a cui sarà garantita la qualità e l’eccellenza dell’Alta Velocità italiana anche nel trasporto ferroviario regionale e metropolitano.
 
Rock è il nuovo treno regionale a doppio piano e alta capacità di trasporto progettato e costruito da HitachiRail Italy. Un treno per i pendolari a 4, 5 o 6 casse con prestazioni paragonabili a quelle di una metropolitana. Può raggiungere i 160 km/h di velocità massima con un’accelerazione di 1,10 m/sec2 e ospitare circa 1.400 persone, con oltre 700 sedute nella composizione più lunga.
 
Pop è il nuovo treno a mono piano e media capacità di trasporto, a 3 o 4 casse, con 4 motori di trazione. Viaggerà a una velocità massima di 160 km/h, avrà un’accelerazione maggiore di 1 m/sec2 e trasporterà circa 530 persone, con oltre 300 posti a sedere nella versione a 4 casse, e circa 400, con 200 sedute in quella a 3 casse.
 
I nuovi treni regionali Rock e Pop sono riciclabili per il 95% con una riduzione del 30% dei consumi energetici. Insieme a una sempre maggiore affidabilità (telediagnostica di serie) ed elevati standard di security(telecamere e monitor di bordo con riprese live), sono disponibili diverse configurazioni esterne e interne realizzate per rispondere alle esigenze individuate dal committente Regione.
 
Infine, Rock e Pop, predisposti per il Wi-Fi, sono dotati di sistemi integrati per il conteggio dei viaggiatori e un impianto di climatizzazione a elevata silenziosità, in grado di regolare la temperatura del convoglio in base al numero di passeggeri a bordo.
Concludiamo la notizia, segnalandovi le dichiarazioni del ministro Toninelli e del a.d. di FS Battisti.  Il ministro Toninelli ha espresso entusiasmo per l’arrivo dei due nuovi treni: “Finalmente una buona notizia per i pendolari italiani: manca pochissimo all’arrivo dei nuovi treni Rock e Pop. Sono molto contento della sinergia che si è creata tra il Ministero di cui sono titolare e i nuovi vertici del Gruppo FS Italiane e apprezzo la centralità data ai pendolari nella nuova mission. Trenitalia è fortemente impegnata nel rinnovo della flotta regionale accelerando sulla consegna dei nuovi treni, così da migliorare la qualità del viaggio di milioni di persone che si spostano ogni giorno in treno. Con l’arrivo dei nuovi convogli Rock e Pop sarà potenziato il trasporto regionale su ferro e maggiore sicurezza e comfort sarà data a chi ogni mattina, per muoversi, sceglie un mezzo pulito e condiviso come il treno. Bisogna lavorare ancora molto sull’assistenza e sull’attenzione ai pendolari italiani, le società operative del Gruppo FS Italiane sono già attive su questo fronte per garantire un servizio migliore, più regolare e più puntuale”.
 
L’ a. d. Battisti ha ricordato che i nuovi treni renderanno i trasporti regionali più efficaci e puntuali: “Il rinnovo dei treni regionali  garantisce agli italiani che ogni giorno si muovono in treno trasporti più efficaci e puntuali. I treni Rock e Pop inizieranno a circolare da maggio 2019 e sono parte di una nuova flotta di oltre 600 convogli per il trasporto pendolare. Un investimento da oltre 6 miliardi di euro, con nove treni consegnati al mese e l’avvio di una seconda linea produttiva. Un piano di rinnovamento senza precedenti nella storia delle ferrovie italiane. L’obiettivo è aumentare l’offerta nelle fasce orarie più frequentate, ossia tra le 7 e le 9 e tra 17 e le 19 e, al tempo stesso, aumentare il load factor anche nelle altre fasce orarie: è per questo che stiamo studiando, e ne discuteremo con le Regioni, prezzi dinamici che consentano sconti nei periodi di minor affollamento e modelli differenziati di offerta, con treni veloci diretti quando sono pieni, alternati a treni con fermate intermedie.”
Share
Share