Grazie alle app, ora è possibile fare una vacanza in città

Share

Per chi non va in vacanza, che sia per motivi economici, per scelta o perché ha pianificato un viaggio in un altro momento dell’anno, lo smartphone può essere un utile alleato per trascorrere il tempo in modo piacevole anche quando le città si svuotano e tutti partono. Per esempio ci sono app per riscoprire il luogo in cui si vive, dai musei agli eventi, per conoscere nuove persone e partecipare a serate sociali, o per concedersi una cena al ristorante senza spendere una fortuna, ma per anche rimettersi in forma o passare una giornata in un hotel di lusso a prezzi scontati.

Gli italiani che non partono. Secondo un’indagine commissionata da Facile.it all’istituto di ricerca mUp Research e condotta con l’ausilio di Norstat, sono 8,3 milioni gli italiani che quest’anno non partono per le ferie estive, vale a dire poco meno di uno su 5. La prima ragione è di natura economica: il 64% di chi rinuncia alle vacanze, ovvero 5,3 milioni di persone, ha dichiarato di non poterselo permettere; per 1,4 milioni di individui le ferie sono solo rimandate più avanti, mentre 1,2 milioni di italiani non faranno vacanze perché non gli interessa.

Fare il turista nella propria città. Passare l’estate in città può essere un’occasione per riscoprire il luogo in cui si abita. A dare supporto a chi sceglie di fare il turista nella propria città c’è per esempio Yamgu, un’app che consente di scoprire cosa vedere, dove divertirsi, come prenotare i biglietti per le visite a musei ed eventi, organizzare i propri itinerari. La piattaforma infatti propone consigli, mappe offline, suggerimenti personalizzati in base a orari, tempo a disposizione, meteo e distanze, con commenti in tempo reale delle persone che sono nei vari posti. Oppure c’è Musement, che propone una serie di esperienze, come ingressi a musei e attrazioni, eventi temporanei, tour guidati, con la possibilità di prenotare e acquistare i biglietti.

Cenare fuori senza spendere troppo. Chi non parte può approfittarne per concedersi una cena fuori, facendo attenzione al budget: su questo fronte c’è The Fork, la piattaforma per la prenotazione online di ristoranti, su cui si può scegliere il locale in base alla zona, ai prezzi, alle recensioni e alla disponibilità. In alternativa, si può ordinare la cena a domicilio con Just Eat, oppure per chi è attento alla sostenibilità si può provare a fare la spesa di frutta e verdura di stagione a chilometro zero tramite L’Alveare che dice Sì!, che permette a chi si iscrive di ordinare sul sito o via app i prodotti dai contadini locali, per poi ritirare la spesa in piccoli mercati temporanei.

Conoscere nuove persone. Se tutti gli amici sono via un’opzione per non rinunciare alla vita sociale è Gnammo, la piattaforma di social eating: in questo caso è possibile partecipare a cene, aperitivi o eventi organizzati dai membri della community a casa loro o in location private, scegliendo tra le varie proposte in base anche al luogo e alla data, prenotando e pagando online.

Per conoscere persone nuove con cui si hanno passioni in comune c’è invece Meetup, una piattaforma dedicata alla creazione di gruppi nelle varie località per incontrarsi e fare attività insieme, per esempio trekking, correre, praticare yoga, gite fuori porta e moltissime altre cose.

Rimettersi in forma. Restare a casa d’estate può essere anche un’opportunità per rimettersi o mantenersi in forma. Tra le varie app c’è per esempio Runtastic, che consente di registrare gli allenamenti in tempo reale grazie al gps, non solo di corsa ma anche di camminata e di altre attività fitness, farsi guidare dall’allenatore vocale durante le performance, scegliere un piano di allenamento in base agli obiettivi (perdere peso, prepararsi aduna gara o tonificare); è anche possibile controllare i progressi nel tempo, condividere i propri risultati e creare gruppi con gli amici.

Per adottare una dieta bilanciata c’è Lifesum, che monitora le calorie e gli alimenti consumati giornalmente, inserendo i piatti e le porzioni e gli eventuali allenamenti, con la possibilità di sincronizzare la piattaforma con app dedicate alla salute in modo da aggiornare automaticamente il conteggio delle calorie e delle attività.

Per chi invece vuole farsi una passeggiata in bici tra le strade semi deserte della città, potrebbe essere utile Sherlock, un antifurto gps invisibile per biciclette che, collegato a un’app, permette ai ciclisti di localizzare con precisione la propria bici e recuperarla in caso di furto.

Dal relax all’aggiornamento professionale. L’estate può essere un buon momento per recuperare gli arretrati e tornare al lavoro a settembre ancora più aggiornati e preparati: può essere d’aiuto Sin Tesi forma, una scuola digitale autorizzata alla formazione obbligatoria per le categorie professionali, grazie a cui si possono fare corsi di aggiornamento da qualsiasi dispositivo.

Per chi, infine, vuole trascorrere una giornata di relax, un’opzione è DayBreak Hotel: questa piattaforma digitale mette a disposizione durante le ore del giorno e della sera, a prezzo scontato, camere e servizi di hotel di lusso, con la possibilità per esempio di sfruttare la spa o la piscina.

Irene Greguoli Venini, ItaliaOggi Sette

Share
Share