Pure l’Avvenire critica Salvini

Share

Ma nessun uomo è mai un parassita“. Con questo titolo, il quotidiano della Cei ‘Avvenire’ replica al ministro dell’Interno Matteo Salvini a proposito delle sue dichiarazioni sui rom. Nell’editoriale in prima pagina del giornale della Chiesa italiana, Marco Impagliazzo presidente della Comunità di Sant’Egidio afferma che “lascia perplessi il linguaggio di un importante ministro della Repubblica a proposito di una minoranza variegata presente in Italia da tempo, quella dei rom: parlare come ha fatto Salvini di 30.000 persone che si ostinano a vivere nella illegalità, definendole ‘sacca parassitaria’, suona pregiudiziale verso una intera comunità, oltre che non corrispondente alla realtà”.

Impagliazzo sottolinea che “le parole sono importanti, hanno un valore e un peso. Se si tratta di personaggi pubblici, addirittura di figure istituzionali, l’uso delle parole è ancora più delicato perché vengono diffuse, amplificate, giungono alle orecchie di un pubblico vasto. Queste parole possono influenzare le opinioni pubbliche e spesso sono dette proprio a questo scopo”.

Il presidente della S.Egidio ricorda che “la definizione ‘parassiti’ è stata utilizzata per gli ebrei e chi conosce la Storia sa che da questa e altre definizioni si è passati a emarginare e poi considerare nemica quella minoranza, con le conseguenze tragiche che sappiamo. Dove ci sono problemi di illegalità – osserva Impagliazzo – li si affronti come prevede la legge”.

Adnkronos

Share
Share