Italia, Spagna e Grecia sono le destinazioni più gettonate dell’estate 2018

Share

Un’immagine della nostra meravigliosa Italia

Sono Spagna, Italia e Grecia le destinazioni più richieste per l’estate 2018. La Grecia registra le migliori performance e la Spagna è in recupero dopo la flessione dello scorso anno dovuta al caro-prezzi. La Penisola cresce a doppia cifra ma su una stagionalità ancora troppo corta. Le famiglie? Prediligono ancora il format del villaggio, ma sono in aumento le richieste di hotel su misura, con caratteristiche basate sulla presenza di centri benessere, hotel per coppie e strutture con ristorazione specifiche e in grado di gestire allergie alimentari. È quanto emerge dai dati relativi alle partenze di questa estate elaborati della direzione del network Gattinoni Mondo di Vacanze che comprende circa 900 agenzie di viaggio distribuite in tutta Italia.

Inoltre, l’Egitto balneare è in fortissima ascesa, e lascia supporre che il trend continuerà per tutto l’anno; la meta più richiesta è Marsa Alam (Mar Rosso), seguita da Marsa Matrouh (costa Mediterranea) e Sharm El Sheikh. La Tunisia dà segnali di ripresa, ma si prevede che i frutti si coglieranno nell’estate 2019.

Le crociere piacciono sempre molto agli italiani e riscuotono successo anche grazie alle politiche promozionali, di sviluppo e di innovazione dei crocieristi, all’ampliamento della programmazione e dell’offerta. Nel cosiddetto lungo raggio l’andamento è sempre molto positivo verso l’Oceano Indiano, in particolare Maldive e Tanzania. Si assiste a segnali di ripresa verso i Caraibi, dove probabilmente l’interesse tornerà a manifestarsi massicciamente in inverno.

Le persone che hanno prenotato vacanze organizzate da effettuare nel periodo giugno-settembre 2018 sono ad oggi il 15% in più rispetto a quelle dello scorso anno. La percentuale aumenta se oltre agli individuali si considerano i gruppi. È interessante notare che nelle agenzie entrano nuovi profili, come, per esempio, i Millennials, e il web non è più vissuto come concorrente ma come strumento per avvicinare nuovi clienti. Infine, per i viaggi si spende di mediamente di più rispetto agli anni passati.

«I comportamenti dei consumatori vanno colti: se tornano a rivolgersi con fiducia alle agenzie di viaggi è perché hanno deciso di dare priorità alle garanzie, all’affidabilità, alla concretezza che gli agenti di viaggio offrono loro diventando interlocutori reali ed attivi in ogni fase del viaggio», spiega Sergio Testi, direttore generale del Network Gattinoni. «Sono disposti a spendere di più rispetto a prima, ribadiscono che il tempo libero conta e vogliono nei loro momenti di vacanza evitare sorprese sgradevoli. Abbiamo investito molto per diffondere il brand e veicolare i consumatori nelle nostre agenzie. Campagne di comunicazione, pubblicità, iniziative tutto l’anno, ampliamento delle tipologie di programmazione. Parallelamente investiamo costantemente per dotare le agenzie di tutto ciò che può favorirle rispetto alla concorrenza, sia come offerta sia come supporto tecnologico e di marketing. I risultati di questo primo semestre fanno ben sperare per chiudere un 2018 con crescite importanti».

ItaliaOggi

Share
Share