Chessidice in viale dell’Editoria

Share

Facebook ammette di aver dato accesso alle informazioni degli utenti a 61 società. Facebook ha rivelato di aver dato a decine di società un accesso speciale ai dati degli utenti, contrariamente a quanto aveva precedentemente dichiarato pubblicamente, cioè di aver limitato nel 2015 le informazioni a terze parti. Gli accordi stretti con sviluppatori di app, produttori di device e software sono descritti in 747 pagine di documenti presentati al Congresso statunitense. Facebook ha, però, precisato che gli accordi speciali erano richiesti per dare agli sviluppatori di app il tempo per adeguarsi ai cambiamenti nelle policy del social network e per consentire ai produttori di software e device di creare delle versioni del social network adatte ai loro prodotti.

Pubblicità internet, maggio a -3,4%. Secondo i dati dell’Osservatorio Fcp-Assointernet il mese di maggio ha registrato una flessione nella raccolta pubblicitaria di internet del 3,4% a 42,8 milioni di euro. «Dopo gli ultimi tre mesi contrassegnati dal segno positivo», ha detto il presidente di Fcp-Assointernet Giorgio Galantis, «con una crescita media del +5,4%, a maggio i dati forniti dall’Osservatorio Fcp-Assointernet confermano anche per il web le previsioni di un mercato nel suo complesso in flessione. Per Internet si traduce in un calo del fatturato del -3,4% rispetto al mese omologo dello scorso anno che aveva però registrato una crescita del +7,5%. Il dato progressivo gennaio-maggio si mantiene in ogni caso in terreno positivo con un +2,1%. Da segnalare comunque come la componente smartphone rimanga ampiamente positiva, sia sul dato mese, sia sul dato progressivo con un +26,9%».

Giuffré si fonde con Memento Francis Lefebvre. Perfezionata la fusione per incorporazione di Memento Francis Lefebvre in Giuffré Editore, che cambia la sua ragione sociale in Giuffré Francis Lefebvre. L’operazione straordinaria coinvolge anche le due società controllate al 100% da Giuffré Editore, Infogiuridica e Giuffré Informatica, e ha effetto retroattivo al 1° gennaio 2018. La fusione tra Memento e Giuffré è la conseguenza dell’ingresso, nel novembre 2017, di Giuffré Editore nel Gruppo Editions Lefebvre Sarrut (Els), multinazionale che opera nell’editoria professionale legale e fiscale.

Mondadori, nuovo acquisto azioni proprie. Il gruppo ha acquistato sul Mercato telematico azionario dal 25 al 29 giugno, 27.500 azioni ordinarie (pari allo 0,011% del capitale sociale) al prezzo unitario medio di 1,3006 euro per un controvalore complessivo di 35,7 mila euro.

ItaliaOggi

 

Share
Share